Un’intera nuova linea di pasta bio con packaging idoneo al compostaggio. Queste le principali novità presentate da Sarchio, azienda che in occasione della 29esima edizione del SANA festeggia i suoi prima 35 anni di attività, marchio che ha puntato quest’anno su un’offerta comprensiva anche di bevande vegetali biologiche (senza glutine e vegan, a base di quinoa e riso, grano saraceno, riso e cocco e mandorla) e 9 formati di snack monoporzione biologici.

Quella presentata a SANA 2017 è una linea di pasta biologica che comprende 13 diversi tipi, tutti all’insegna del biologico e trafilati in bronzo. A cominciare dai tagli più apprezzati in grano duro bio quali penne, fusilli, spaghetti, ditali e filini da brodo, per proseguire con due formati della tradizione italiana come orecchiette e strozzapreti.

=> Scopri i vincitori 2017 di SANA Novità e #BloggerForSana

Spazio anche alle fibre nelle versioni “integrali” di spaghetti, fusilli e penne, e a quelli a base di farine di farro integrale (caserecce, penne e fusilli). Attenzione però non soltanto alla salute dell’uomo, ma anche a quella dell’ambiente. Come ha spiegato Sandra Mori, responsabile marketing di Sarchio:

Non solo biologica e da cereali italiani, il nuovo pack ci ha consentito di dare alla nostra pasta l’unico valore aggiunto che ancora le mancava per renderla ancora più green. Abbiamo utilizzato un materiale che deriva da elementi vegetali e inchiostri biodegradabili, il tutto per rendere la confezione idonea al compostaggio.

Per festeggiare i suoi 35 anni di attività Sarchio ha scelto di dotarsi anche di una nuova sede (dopo il danneggiamento causato dal sisma degli uffici storici di via dei Barrocciai), dalle caratteristiche spiccatamente “Green” e realizzata secondo norme antisismiche. Presenti all’inaugurazione, avvenuta il 2 settembre, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Carpi Alberto Bellelli e l’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

=> Scopri le novità Probios per l’alimentazione bio presentate a SANA 2017

Nella realizzazione della struttura, che sfrutta una superficie di 6 mila metri quadrati, Sarchio ha puntato verso criteri di massima efficienza energetica e di ridotto impatto ambientale. Attenzione anche all’autosufficienza in termini di energia, con l’installazione di un impianto fotovoltaico in grado di fornire 110.000 kWh/anno. Come ha dichiarato Cesare Roberto, direttore generale del marchio:

Il sisma del 2012 ha cambiato le nostre prospettive imprenditoriali: la priorità è diventata ancora di più la sicurezza e il benessere dei dipendenti, che voglio ringraziare per il costante impegno nonostante le difficili condizioni lavorative. Grazie allo loro tenacia e coesione, Sarchio è riuscita a incrementare il fatturato del 115% dal 2012 ad oggi.

Da pionieri del biologico in Italia, siamo orgogliosi di festeggiare i 35 anni di attività inaugurando la nuova sede in grado di soddisfare il fabbisogno energetico nel rispetto dell’ambiente, realizzata seguendo norme di massima sicurezza antisismica e dotata di ambienti di lavoro estremamente confortevoli. Una struttura più in linea anche con i nostri obiettivi di espansione sia in Italia che all’estero.

11 settembre 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento