Chiude in positivo l’edizione 2014 del SANASalone Internazionale del Biologico e del Naturale. A cominciare dal numero di visitatori che si sono recati dal 6 al 9 settembre tra i padiglioni della fiera, 43.768 accessi per un incremento rispetto al 2013 del 36%.

Non soltanto forti presente di visitatori tra gli stand del SANA 2014, ma anche un importante incremento della partecipazione da parte degli espositori e delle aziende interessate a investire nel settore del biologico, italiani ed esteri.

Gli operatori esteri hanno fatto registrare un +28% rispetto all’edizione 2013, mentre quelli italiani un +35%. Incremento del 10% per quanto riguarda gli espositori nazionali mentre l’aumento di quelli provenienti da oltre confine si è attestato al 40%. Raggiungono infine i 1.500 i compratori esteri al SANA 2014 – Salone Internazionale del Biologico e del Naturale.

Numeri accolti con entusiasmo dal presidente di BolognaFiere Duccio Campagnoli, il cui pensiero è a questo punto proiettato verso la prossima sfida, rappresentata da EXPO 2015:

È un traguardo che ci riempie di legittima soddisfazione per aver visto riconosciuto il ruolo di BolognaFiere come global partner di EXPO 2015 per portare il biologico e la biodiversità all’esposizione. Sarà un appuntamento di straordinaria importanza per tutto il settore di riferimento ed anche per il ruolo di Bologna di Città del Cibo, in chiave innanzi tutto di cultura di un nuovo modello agroindustriale sostenibile e dell’alimentazione di qualità, sostenibile e sicura.

Per far fronte a questo impegno che ci onora chiamiamo fin da ora a raccolta tutto il mondo associativo e i partner e le competenze imprenditoriali del settore del biologico, da anni protagonisti a SANA, e che, con l’edizione 2014, ci hanno premiato con il considerevole aumento di espositori, sia italiani che esteri, confermando SANA come la piattaforma leader in Italia per il biologico, la cosmesi bio e naturale e i prodotti per il vivere quotidiano ecologico.

Biologico come realtà che il mondo invidia all’Italia, sottolinea il ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina:

Con SANA BolognaFiere sarà partner fondamentale di quel padiglione dell’EXPO 2015 che abbiamo sempre chiamato Padiglione delle Biodiversità, un’area che racconterà uno dei tratti fondamentali di questo Paese, cioè lo straordinario patrimonio di biodiversità che l’Italia può vantare e il mondo ci invidia. I numeri ci dicono che il biologico è una grande opportunità per l’agricoltura italiana e per tutto il Paese.

Basta vedere cosa è accaduto negli ultimi anni per capire quanto futuro c’è nel settore biologico italiano. Qui a SANA c’è una forza straordinaria. Il fatto di poter annunciare la collaborazione tra questa esperienza e Expo Milano 2015 è un ulteriore tassello di quel progetto a cui stiamo dedicando tante energie per raccontare in Expo l’esperienza agroalimentare italiana.

11 settembre 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento