È una storia a lieto fine, quella per una cagnolina russa, rimasta suo malgrado intrappolata sotto una pavimentazione di cemento. In dolce attesa e parecchio spaventata, la quadrupede ha resistito per ben due giorni, prima che un gruppo di operai ne sentisse i lamenti e la portasse in salvo. Fatta eccezione per lo spavento, però, per l’animale e i suoi futuri cuccioli pare non si registrino gravi conseguenze.

Il tutto accade nella città di Voronezh, dove circa tre settimane fa la pavimentazione antecedente a un palazzo è crollata, svelando un piccolo cratere sottostante. Stando alle ricostruzioni, un cane di media taglia avrebbe trovato rifugio all’interno di questa buca, senza però destare nessun sentore negli operai sopraggiunti sul luogo per rimediare al danno. La cagnolina, trovato un improvvisato tunnel in un sottoscala, deve essere quindi scesa in profondità, senza permettere ai lavoratori di percepirne la presenza. Così la pavimentazione è stata prontamente ripristinata, ma l’animale si è trovato suo malgrado intrappolato.

Dopo un paio di giorni, però, i lamenti dell’animale hanno allertato gli operai che, particolarmente preoccupati, hanno immediatamente rimosso parte della pavimentazione e scavato a fondo, pur di trarre in salvo l’esemplare. Il recupero, ripreso tramite uno smartphone e caricato sulla piattaforma YouTube da Vadim Rustam, vede al lavoro un uomo armato di martello che, rimuovendo mattone per mattone, riesce a scavare una buca sufficientemente larga affinché il cane possa ritrovare la libertà.

Tornata in superficie, la cagnolina si è mostrata inizialmente scossa e confusa, tanto da faticare a compiere il primo passo. Ma, non appena compreso di aver scampato il peggio, comincia a scodinzolare furiosamente e a ringraziare festanti le persone presenti. Al momento, non è dato sapere se l’animale sia un randagio, fatto anche suggerito dalla gravidanza in corso, oppure un cane di proprietà allontanatosi dall’abitazione dei legittimi proprietari.

25 settembre 2015
Fonte:
Lascia un commento