Giungono buone notizie sul conto di Iceberg, la cagnolina italiana di razza Dogo Argentino, sequestrata dalle autorità danesi e inizialmente destinata alla soppressione. A seguito della mobilitazione internazionale, il quadrupede verrà trasferito in Italia, dove potrà continuare a vivere un’esistenza ricca e serena. A confermarlo è l’ambasciatore danese sulla piattaforma Twitter, con un messaggio indirizzato all’ENPA.

La vicenda di Iceberg è ormai ben nota, poiché rilasciata per giorni da numerose testate internazionali. Giuseppe Perna, il proprietario del quadrupede, ha deciso di trasferirsi con la compagna a Copenhagen, dove cominciare una nuova vita insieme, proprio in compagnia dell’amata cagnolina. Le autorità danesi, tuttavia, hanno ritenuto necessario sequestrare il cane, poiché appartenente a una razza considerata pericolosa nel Paese, destinandolo quindi alla soppressione. Per scongiurare un simile esito, molte associazioni locali e internazionali hanno deciso di scendere in campo, anche lanciando una petizione per convincere le autorità a consentire il rimpatrio in Italia del quadrupede. Un sostegno sullo Stivale concretizzatosi con il supporto di ENPA, ma anche di numerosi personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui la cantante Noemi.

=> Scopri la storia di Iceberg


Il lieto fine è giunto nella serata di ieri, quando l’ambasciatore danese Erik V. Lorenzen ha spiegato, tramite un messaggio condiviso su Twitter, come le autorità abbiano deciso di concedere il ritorno in Italia per la cagnolina. L’ambasciatore, che proprio in questi giorni aveva incontrato sia Enpa che la cantante Noemi, cita il Ministro dell’Ambiente e delle Politiche Alimentari Esben Lunde Larsen, il quale si espresso favorevolmente per il rilascio di Iceberg.

=> Scopri i progressi nella vicenda di Iceberg


La notizia è stata commentata con grande soddisfazione da Enpa, così come la presidente Carla Rocchi spiega in una nota, pubblicata dal Corriere della Sera:

Accolgo con estrema gratitudine la notizia data dall’ambasciatore Lorenzen, questa è una grande vittoria. Lancio un ulteriore appello alla polizia e alle autorità danesi affinché il cane Iceberg sia rilasciato il prima possibile per far ritorno in Italia. Ringrazio Noemi e milioni di italiani che si sono schierati dalla parte di Giuseppe e del suo cane: noi tutti non vediamo l’ora di abbracciarli.

29 giugno 2017
Immagini:
Lascia un commento