Quando si parte per la vacanza si desidera sempre la migliore esperienza possibile. Sole, riposo e magari un po’ di avventura e vita notturna sono i desideri più ricorrenti di chi decide di “lasciarsi tutto alle spalle” per qualche giorno e visitare poti nuovi o qualche località già vista e amata.

Durante le vacanze possono capitare però alcuni imprevisti, più o meno fastidiosi, che rischiano di turbare le tanto attese giornate. Sette sono i malesseri più comuni, ai quali è possibile porre riparo con alcuni rimedi naturali.

    • Punture di insetto: Siano le tanto temute zanzare o un’altra specie di insetto, le punture possono rappresentare un problema molto fastidioso, soprattutto per i soggetti più sensibili. Il problema è in questi casi è il prurito, originato non tanto dalla puntura in sé, ma dall’irritazione causata dalla diffusione di istamine nell’area circostante. Grattarsi può produrre piccole lesioni cutanee e favorire l’insorgere di infezioni, bene quindi utilizzare rimedi naturali che riducano prontamente il gonfiore e l’irritazione. Lasciare 2-3 bustine di tè in infusione per 10 minuti, lasciare raffreddare e utilizzare il liquido per un benefico impacco. In alternativa è possibile utilizzare la farina d’avena, da mescolare a un po’ d’acqua per ottenere una pasta molle, da applicare direttamente sulla parte interessata;
    • Piccole ferite: Un piccolo taglio o una leggera abrasione sono incidenti che possono accadere sia in vacanza che tra le proprie mura domestiche. Qualora ci si trovi sprovvisti di un disinfettante idoneo è possibile ricorrere a un rimedio naturale come il miele, naturalmente antibatterico. Ne servirà un po’ spalmato sulla ferita per privare i batteri dell’acqua necessaria per proliferare, ricordandosi però di avvolgere con una pezza pulita l’impacco. È possibile sfruttare queste proprietà con qualsiasi tipo di miele o in alternativa utilizzando lo zucchero. Qualora la parte diventi rossa o calda oppure si manifesti febbre è opportuno consultare il proprio medico curante poiché vi è il rischio che l’infezione si sia comunque generata;
    • Scottature solari: Contro le scottature prodotte da un’eccessiva esposizione al Sole un rimedio naturale consigliato è il cetriolo, grazie al suo contenuto sia di vitamina C che di acido caffeico. Soprattutto se applicato freddo, a fette o tritato per ottenere una poltiglia quanto più possibile omogenea (nel caso si tratti di scottatura estesa), questo alimento diventa un alleato prezioso per alleviare il dolore;
    • Postumi di una sbornia: Dopo una serata di festeggiamenti e in caso di consumo di bevande alcoliche, l’eccesso di alcol che il fegato si trova a dover gestire può portare a un abbassamento dei livelli di glucosio nel sangue. La banana è un rimedio con basso indice glicemico e consente quindi un riequilibrio più graduale e senza sbalzi;
  • Occhi gonfi e arrossati: Un classico rimedio naturale in caso di occhi stanchi, gonfi e arrossati è la camomilla. Sarà sufficiente in questo caso lasciare 5 minuti in infusione una bustina e una volta raffreddata tenerla posata sugli occhi;
  • Mal di viaggio: Apprezzato sia per le sensazioni di nausea da viaggio che in caso di gravidanza o chemioterapia, lo zenzero è un rimedio naturale che può offrire un miglioramento delle condizioni durante un tragitto in auto, nave o aereo. È disponibile in differenti forme, dagli infusi ai biscotti;
  • Cistite: Alcuni fattori possono indurre, come ad esempio la presenza di cloro nelle piscine, un’infiammazione della vescica, che può tradursi per le donne in una cistite. È possibile in questi casi ricorrere al bicarbonato di sodio per ridurre la sintomatologia mentre si attende il naturale decorso dell’infiammazione. In caso di dolore continuo per almeno due giorni o sintomi come febbre o sangue nelle urine è assolutamente consigliato il ricorso a un consulto medico.

1 maggio 2014
Fonte:
Lascia un commento