Nei tempi antichi si credeva che il dragoncello, o artemisia dracunculus, favorisse la serenità d’animo, che mettesse gli ospiti a proprio agio e che fosse uso come messaggio di benvenuto agli amici. Per sperimentare in prima persona queste qualità si può preparare una salsa al dragoncello, perfetta per accompagnare piatti lessati o al vapore e piatti a base di uova.

Si consiglia di usare il dragoncello fresco poiché da essiccato perde alcune delle sue qualità aromatiche.

Per preparare la salsa, perfetta soprattutto per la carne di pollo, serve:

  • 20gr di prezzemolo;
  • 2 manciate di dragoncello;
  • 1 manciata di mentuccia;
  • mollica di pane qb;
  • 10cl d’aceto;
  • un pizzico di sale;
  • un pizzico di pepe.

Come preparare la salsa al dragoncello

Lavate e mondate bene le erbe, tritatele e mettetele tutte insieme in una ciotola. A parte mettete a bagno della mollica di pane con l’aceto. Una volta marinato il pane strizzatelo accuratamente e unitelo alle erbe. Tenete da parte l’aceto strizzato. Se preferite una salsa dalla consistenza più cremosa potete pestarla un po’ in un mortaio per sminuzzare ulteriormente molliche ed erbe.

Aggiustate di sale e di pepe, e aggiungete l’aceto tenuto da parte fino a raggiungere la consistenza che preferite. Per servirla potete metterla in una salsiera, decorandola con un piccolo rametto di dragoncello.

30 luglio 2013
Lascia un commento