Partirà tra pochi giorni il Salone di Shanghai 2011, una vetrina internazionale davvero irrinunciabile per tutte le case automobilistiche che vogliono presentare agli appassionati o ai semplici ammiratori di tutto il mondo le novità dell’anno, soprattutto elettriche e ibride

Le motivazioni che avrebbero spinto alcuni marchi a preferire Shanghai, rinunciando al Salone di Ginevra o, ad esempio, a quello di New York (si svolge praticamente negli stessi giorni), sono diverse e legate soprattutto a esigenze economiche. Tralasciando infatti la vera e propria mancanza di spazi espositivi dovuta all’eccessivo numero di modelli presenti a Ginevra, uno dei principali obiettivi delle case automobilistiche è sicuramente la conquista di un mercato, quale quello cinese, che negli ultimi anni sta gradualmente conquistando una posizione predominante.

Come già detto, una particolare attenzione sarà rivolta alle auto ecologiche e, soprattutto, alle vetture ibride. Questa tipologia di veicoli rappresenta attualmente il migliore compromesso tra prestazioni e rispetto per l’ambiente e, di conseguenza, la maggior parte delle case automobilistiche sta puntando in maniera decisa verso lo sviluppo di nuove tecnologie in grado di aumentarne il rendimento generale.

Le due più importanti vetture “green” del Salone di Shangai saranno sicuramente la BMW Serie 5 ibrida con tecnologia plugin e, soprattutto, il nuovo prototipo di crossover ibrido 4×4 di Peugeot, entrambe destinate esclusivamente al mercato cinese.

Per quanto riguarda in particolare l’inedita concept car della casa francese, progettata interamente dal China Tech Center a Shanghai, le informazioni restano ancora molto scarse. Le uniche caratteristiche rese note riguardano la trazione integrale e, soprattutto, il sistema di alimentazione, che molto probabilmente dovrebbe essere un inedito propulsore ibrido a benzina.

In attesa di scoprire le altre novità del Salone di Shanghai, non ci resta quindi che attendere il 21 aprile, giorno dell’inaugurazione ufficiale.

14 aprile 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento