Il Salone di Detroit 2012 si conferma un evento sempre più sensibile alla questione ambientale e non è un caso che tra gli stand americani si moltiplichino le proposte elettriche e ibride, con una serie di novità che vedono protagonisti soprattutto i marchi orientali.

Nelle ultime ore è stato presentato ad esempio il nuovo Nissan e-NV200 Concept, un prototipo che anticipa un veicolo commerciale elettrico mostrato a Detroit in anteprima mondiale. Il furgoncino giapponese nasce sulla stessa base della NV200, dalla quale si distingue per i vantaggi offerti una volta in marcia, dove l’alimentazione elettrica consente di regalare una guida silenziosa e confortevole, con un’autonomia paragonabile secondo Nissan a quella della Leaf, quindi sui 180 km.

Proprio dalla “sorella” Leaf la e-NV200 Concept deriva alcune componenti tecniche come diverse parti del sistema di trasmissione. Il van è spinto da un motore elettrico sincrono in grado di fornire 80 kW e 280 Nm di coppia massima disponibili sin da subito, un vantaggio proprio dei motori elettrici e capace di regalare risposte pronte e accelerazioni decise in ogni condizione, a tutto vantaggio del piacere di guida. Il sistema è alimentato infine grazie a una batteria agli ioni di litio.

Restando in casa Nissan merita una nota la proposta di Infiniti, che ha annunciato al salone americano il prossimo arrivo (si parla del Salone di Ginevra di marzo), di una coupé elettrica ad autonomia estesa (cioè in grado di utilizzare un motore termico per ricaricare le batterie) capace di regalare prestazioni su strada di ottimo livello. L’obiettivo è smentire una volta per tutte la tesi secondo cui è impossibile conciliare il rispetto per l’ambiente e il piacere di guida in un unico veicolo.

Dalle parti di Toyota la novità mostrata a Detroit si chiama invece con il nome in codice NS4: è un prototipo ibrido plug-in basato sulla tecnologia Hybrid Synergy Drive (la stessa usata su altri modelli Toyota compresa la nuova Yaris) con qualche miglioramento in termini di riduzione dei pesi e dell’efficienza complessiva.

Particolare attenzione è stata posta dai tecnici giapponesi per quanto riguarda l’aspetto multimediale di questa Toyota NS4. La casa giapponese ha sfruttato le collaborazioni avviate con grandi nomi del settore high-tech come Microsoft, Intel e Salesforce per portare a bordo sistemi di infotainment avanzati riassunti nella tecnologia HMI, che sfrutta le potenzialità di uno schermo touchscreen per accentrare la gestione di ogni aspetto del veicolo: dal controllo dell’impianto Hi-Fi a quello del climatizzatore, fino alle funzioni di navigazione e alla carica della batteria.

12 gennaio 2012
Fonte:
Lascia un commento