Il tradizionale appuntamento di inizio anno con il Salone di Detroit ha aperto gli spazi al pubblico proprio oggi. Alla ribalta il meglio che il mondo dell’automobile possa offrire in questo momento senza dimenticare le tematiche ambientali, ormai presenza imprescindibile di ogni appuntamento motoristico internazionale.

Tra le tante anteprime mondiali e alcune gradite conferme, tra quelli esposti al salone americano ci sono anche diversi modelli ibridi ed elettrici dei più grossi costruttori. Un’offerta davvero trasversale, capace di abbracciare praticamente ogni tipologia di veicolo e rispondere così alle diverse esigenze del pubblico.

Tra i modelli più attesi il cui debutto all’evento nord americano è già stato annunciato c’è la Volvo XC60 Plug-in Hybrid Concept, interessante SUV ibrido spinto da un’unità a combustione interna, il due litri sovralimentato VEA (Volvo Enviromental Architecture) capace di erogare 280 cavalli e una coppia di 380 Nm, e da un propulsore elettrico da 70 cavalli e 200 Nm di coppia sistemato al retrotreno, due unità che, lavorando in sinergia, arrivano ad offrire una potenza complessiva di 350 cavalli.

Il consumo di questo fuoristrada ecologico è di 2,3 l/100 km nel ciclo misto, con un livello di emissioni pari a 53 g/km, mentre l’autonomia arriva a 960 km, scendendo a 45 km nel caso in cui si viaggi in modalità esclusivamente elettrica.

Al Salone di Detroit 2012 verranno mostrate alcune proposte tedesche, come ad esempio la Bmw Active Hybrid 3, modello spinto da un 3.0 sei cilindri TwinPower a benzina da 306 cavalli associato a un motore elettrico da 55 cavalli, il tutto coadiuvato da un cambio sequenziale ZF a 8 rapporti che consente un consumo medio di quasi 6,5 l/100 km.

Le novità dalla Germania continuano con Mercedes, che al salone porterà due inedite varianti ibride della sua Classe E: la E400 Hybrid e la E300 BlueTec Hybrid. Per quanto riguarda la Mercedes E400 Hybrid i tecnici hanno scelto un V6 benzina da 3,5 litri con 302 cavalli e 370 Nm di coppia, unito a un motore elettrico di dimensioni compatte, capace di erogare 20 kW di potenza e 250 Nm di coppia, con la possibilità di muoversi usando la trazione elettrica per circa un chilometro a una velocità massima di 56 km/h.

La Mercedes E300 BlueTec Hybrid sfrutta i 204 cavalli di un motore diesel da 2,1 litri con doppio turbo associato sempre a un’unità elettrica che, con l’aiuto del sistema Start&Stop e del dispositivo di recupero di energia in fase di frenata riesce a far registrare consumi molto interessanti per la categoria, pari, secondo quanto dichiarato dalla casa della Stella a tre punte, a 4,2 l/100 km.

Gli USA vedranno il debutto del pick-up elettrico in versione concept Smart for-us con il suo motore da 55 kW telecamera posteriore da usare nelle delicate manovre di parcheggio compresa nella dotazione, mentre in casa Ford c’è attesa per la Focus elettrica.


Particolare attenzione attirerà infine la Jeep Grand Cherokee elettrica realizzata da AMP, un’azienda dell’Ohio che già in passato ha realizzato adattamenti elettrici di modelli alimentati con motori termici. Non si tratta ovviamente di una versione ufficiale, ma le promesse di un’autonomia di 160 km e l’aver mantenuto lo spirito Jeep intatto meritano almeno la menzione nell’elenco delle elettriche ed ibride più interessanti che vedremo a Detroit in queste settimane.

9 gennaio 2012
Lascia un commento