Mangiare salmone è un rimedio utile per mantenere la salute dell’intestino. Gli omega 3 contenuti in questo cibo sono capaci di aumentare la diversità del microbioma intestinale. In questo modo vengono contrastati più facilmente il diabete, l’obesità e la malattia di Crohn.

Già da tempo si conosceva l’importanza di mangiare pesce oleoso come il salmone, ma adesso tutto è stato ribadito e confermato da un team di scienziati britannici della Nottingham University e del King’s College London che hanno svolto un’indagine specifica.

=> Scopri i benefici del cioccolato contro le malattie infiammatorie dell’intestino

 

I ricercatori hanno esaminato il microbioma intestinale di 866 donne. Hanno valutato anche attraverso dei questionari la loro assunzione nella dieta di acidi grassi omega 3. Per mezzo delle analisi del sangue è stata misurata la quantità di nutrienti. Hanno scoperto che le donne che consumavano più omega 3 avevano un microbioma intestinale più variegato.

=> Leggi quali sono i benefici di salmone e noci contro il tumore all’intestino

 

Gli esperti hanno dichiarato che l’intestino è oggetto di molta attenzione da parte della ricerca medica in quanto è sempre più evidente che è legato ad una grande varietà di situazioni di salute. Il nostro sistema digestivo ospita numerosissimi batteri. Molti di essi svolgono un ruolo fondamentale nella nostra digestione, nel rafforzare il sistema immunitario e nel regolare il peso corporeo.

In particolare gli omega 3 stimolerebbero la produzione di un composto chiamato N-carbamilglutamato, che è responsabile di una riduzione delle infiammazioni nell’organismo e di un minore rischio di incorrere nell’obesità. È stato dimostrato che gli omega 3, che si trovano anche in sgombri, noci e semi di chia, hanno anche delle proprietà antitumorali. Inoltre sarebbero utili per ridurre la pressione sanguigna, per alleviare i sintomi dell’artrite e per prevenire il declino cognitivo.

13 settembre 2017
Lascia un commento