Nuove segnalazioni di allerta arrivano dal “Rapid Alert System for Food and Feed” (RASFF) europeo circa la presenza del batterio Listeria monocytogenes (responsabile anche della meningite) rinvenuto in lotti di salmone affumicato proveniente dalla Polonia. Nella 30 esima settimana del 2014 sono state 62 in totale le segnalazioni del sistema, di cui 6 inviate dal Ministero della Salute italiano.

All’allerta italiana si aggiunge quella tedesca relativa ad Enterotossine stafilococciche, proteine citotossiche che agiscono sul tratto gastrointestinale, trovate in filetti congelati di Escolar (Lepidocybium flavobrunneum) provenienti dall’Ecuador. Il prodotto è normalmente distribuito anche in Italia, ma è stato ritirato dal mercato.

Oltre alle allerte, ci sono stati anche respingimenti alla frontiera di partite di pistacchi provenienti dall’Afghanistan e arrivati attraverso la Turchia, contaminati da aflatossine (altamente tossiche per il loro elevato potere cancerogeno), e di tre lotti di semi di cotone OGM (MON15985 e forse MON831) arrivati dalla Costa D’Avorio per l’alimentazione animale.

La segnalazione meno pericolosa si riferisce a una “notifica di informazione”, che non implica un’azione urgente, relativa alla presenza di mercurio in filetti di pesce spada, confezionati sottovuoto e congelati, dalla Francia. Il prodotto in ogni caso non è più disponibile sul mercato.

Una segnalazione però riguarda anche merce italiana esportata in altri Paesi, che ha previsto il ritiro dal mercato. Si tratta di farina di pesce utilizzata come mangime, nella quale le autorità cipriote segnalano la presenza di DNA di ruminanti.

31 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
Via:
I vostri commenti
giovanna, giovedì 31 luglio 2014 alle21:39 ha scritto: rispondi »

ma cosa possiamo ancora mangiare?

Lascia un commento