Sala d’aspetto per animali all’aeroporto di New York

È il luogo di transito più famoso al mondo: parliamo dell’aeroporto internazionale Jfk di New York. Terra di passaggio per viaggiatori di tutto il mondo, è anche costantemente attraversato da animali di ogni tipo. Dal classico cane di affezione fino alle specie più esotiche, l’aeroporto fino ad ora è stato in grado di ospitare un numero esorbitante di esemplari.

Ora è in cantiere un progetto davvero ambizioso, un grande capannone da adibire a sala d’aspetto per tutti gli animali in viaggio. Per il costo mastodontico di 35 milioni di dollari, lo spazio è frutto dell’accordo tra le autorità e alcuni investitori privati. La nuova sala d’attesa ospiterà circa 70.000 esemplari, sostituendo di fatto quella esistente.

L’idea nasce dall’esigenza di fornire un servizio migliore rispetto agli aeroporti concorrenti di Los Angeles, Miami e Amsterdam, dove l’accoglienza è perfetta e organizzata nei minimi dettagli. New York non vuole limitare il tutto ad una semplice zona pit-stop, bensì fornire un servizio completo. Dal canile al gattile, dal servizio di ristoro, toelettatura, ai recinti fino alle uccelliere. La sala d’attesa fornirà uno spazio per la palestra, ovvero una zona sgambamento e corsa, oltre a stanze apposite per il sonno degli animali in compagnia dei loro tutori.

Inoltre vi sarà uno spazio dedicato alla cura d’emergenza o alla degenza obbligatoria, compresa la fase di quarantena per gli animali a rischio o esotici. Il transito obbligatorio di animali di ogni formato incontra il favore e il sostegno degli organizzatori, i quali confidano in un rientro economico utile a sostenere le spese di gestione. Di sicuro l’operazione verrà monitorata con cura, in particolare dalle associazioni animaliste, le quali si assicureranno un corretto svolgimento del passaggio.

24 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento