Rupee è un cane speciale. E non solo perché è stato salvato da una discarica di rifiuti in quel dell’India, ma anche per essere il primo amico a quattro zampe ad aver scalato il monte Everest: suo il record del campo base a 5.364 metri d’altezza.

La storia del cagnolone, un biondo esemplare in piena forza, è una di quelle che fanno commuovere. Rupee è stato infatti trovato in fin di vita in una zona degradata di Leh, in India, e il suo destino era ormai segnato se non fosse stato per Joanne Lefson, un’ex giocatrice di golf professionista. Adottato dalla donna, per diverse settimane è stato alimentato a base di proteine, uova e riso bollito, finché non si è completamente rimesso in piena salute. E, dopo aver consultato un veterinario, è partito per le vette dell’Himalaya.

10 giorni di cammino, 10 giorni di scalate tra neve, rocce e ponti pericolanti. Partiti da Lukla, la coppia ha pian piano raggiunto il campo base dell’Everest, dove si sono rifocillati a dovere. Rupee non si è mostrato per niente abbattuto dall’impresa compiuta, tanto che la nuova proprietaria ammette come fosse lui a dominare la scena, a guidare il cammino senza sosta. E nemmeno il freddo pare l’abbia spaventato perché, così come confessa la Lefson, “se non fosse stato per me, in quella neve ci avrebbe pure dormito”.

La spedizione risale alla scorso 14 ottobre e giorni successivi, ma la notorietà è arrivata solo da poco tempo. Quel che basta per far di Rupee uno degli idoli incontrastati del Web, con tanto di foto ricordo e la benedizione dei monaci indù di Katmandu. Terminata l’avventura tra le vette e le nevi più famose al mondo, il cucciolone è partito per la volta del Sudafrica, dove incomincerà la sua nuova vita accanto alla golfista che l’ha adottato.

13 novembre 2013
I vostri commenti
gabry, martedì 19 novembre 2013 alle10:20 ha scritto: rispondi »

complimenti alla golfista oltre ad avere salvato la vita al cane ha trovato un amico sincero e devoto.

Lascia un commento