Un gruppo di ladri è giunto in piena notte, nella speranza di agire indisturbato. Ma a essere stati indebitamente sottratti non sono preziosi e gioielli, né quadri di inestimabile valore, bensì ben sei cuccioli di cane, per la grande parte di razza Pit Bull. È quanto purtroppo accaduto presso un rifugio per animali statunitense: ora si teme che questi esemplari possano finire nel mercato nero della rivendita o, peggio ancora, in quello dei combattimenti clandestini.

Il tutto è successo a Lihue, alle Hawaii, dove la polizia è stata chiamata la scorsa domenica mattina, a seguito di un reato perpetrato proprio tra la notte di sabato e domenica. Secondo quanto riferito dalla polizia locale, alcuni malintenzionati si sarebbero intrufolati in un rifugio gestito dalla Humane Society, prelevando alcuni cani di razza Pit Bull, dei Terrier e dei Labrador. Gli esemplari, anche di soli due mesi d’età, si trovavano presso la struttura in attesa di un’adozione definitiva.

Secondo gli agenti, i ladri sembra abbiano tagliato la rete di una recinzione, quindi avrebbero avuto accesso a una porta secondaria fino alle gabbie degli animali. Sei esemplari sarebbero stati sottratti ma uno di questi, Arianna, sarebbe già stato dotato di microchip: una speranza in più, quest’ultima, per un pronto ritrovamento. La Humane Society, così come riferiscono le fonti statunitensi, ha offerto una ricompensa di 5.000 dollari per chiunque possa fornire informazioni utile al fermo e all’arresto dei responsabili.

Sebbene non siano al momento note le ragioni dei malintenzionati, si teme che i cani possano essere sfruttati a scopi non leciti, data anche la scelta di razze dalla possente stazza, una volta sopraggiunta l’età adulta. Negli ultimi tempi i furti di esemplari di queste razze è purtroppo aumentato, sia per alimentare il commercio illecito degli stessi, che per i combattimenti clandestini. Sempre negli USA, non sembra essere la prima volta che un rifugio per animali abbandonati subisce il medesimo destino.

18 maggio 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento