A Roma arrivano altre sei stazioni per la ricarica delle auto elettriche. Questo nuovo progetto è stato avviato in via sperimentale nelle zone di Porta Metronia, Porta Portese e Parioli ed ha visto partecipare alla sua inaugurazione il sindaco della Capitale Gianni Alemanno e il ministro dell’Ambiente Corrado Clini.

Le nuove colonnine di ricarica per auto elettriche rientrano nel più generale piano di incremento delle fonti energetiche rinnovabili capitolino. Roma ha quintuplicato la sua produzione “verde” negli ultimi quattro anni passando da 9 a 49 megawatt e fissando come obiettivo il raggiungimento in breve tempo dei 100 MW.

Oltre alle pensiline di ricarica, per cui è stato previsto un investimento di 200.000 euro, il Comune di Roma ha stanziato fondi per la realizzazione di 524 tetti fotovoltaici per le scuole (grazie ad un finanziamento da parte di privati per 30 mln) e per altre strutture pubbliche oltre che per la realizzazione del “Diamante”, una centrale fotovoltaica in grado di accumulare energia durante il giorno per poi rilasciarla nelle ore notturne. Quest’ultime in collaborazione con ENEL e l’Università La Sapienza.

Questo il commento del ministro dell’Ambiente Corrado Clini:

E’ molto importante oggi ricordare che questo impianto e’ parte di un progetto avviato che sta facendo di Roma una citta’ importante a livello europeo per l’esperienza nella mobilita’ elettrica.


Il sindaco Alemanno ha poi dichiarato che Roma Capitale accoglierà l’invito del Times a sensibilizzare i cittadini riguardo le buone norme da rispettare per garantire la sicurezza dei ciclisti:

La Capitale e’ da sempre impegnata nel promuovere la mobilita’ sostenibile e il mondo della bicicletta rappresenta un tassello fondamentale di questo importante progetto. Un contributo fondamentale per mostrare il senso civico che anima i romani. E’ con questo spirito che Roma Capitale autorizza la manifestazione del 28 aprile.

Fonti: Adnkronos | ASCA

12 aprile 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Palbin, giovedì 12 aprile 2012 alle20:33 ha scritto: rispondi »

Solo che sarebbe necessario ordinare ai vigili urbani di multare le auto non elettriche che tranquillamente parcheggiano nei rari spazi dedicati alle colonnine di ricarica elettrica, pur essendoci un chiaro divieto

Lascia un commento