Riutilizzo batterie usate del car sharing: nasce il Consorzio NEMo

Nuova vita per le batterie usate delle auto elettriche del car sharing. Questo l’obiettivo del neocostituito Consorzio N.E.Mo. (Nuova Energia Mobile), alla cui creazione hanno partecipato Sharengo, Green Energy Storage e Materials Mates Italia. L’intesa sottoscritta dalle tre realtà darà vita a un centro di eccellenza per la ricerca applicata con riferimento specifico all’integrazione tra il settore energia e quello legato alla mobilità elettrica e sostenibile.

Sfruttando il riutilizzo delle batterie il Consorzio punta a sviluppare “prodotti e servizi nel settore della mobilità elettrica, della fornitura di servizi di accumulo e bilanciamento della rete di distribuzione elettrica”. La sede di N.E.Mo. sarà presso l’interporti di Livorno, mentre per quanto riguarda la forma è stato scelto il consorzio tra imprese o di Associazione temporanea di impresa.

=> Scopri le batterie per auto elettriche ricaricabili in 12 minuti

Ciascuna delle tre società partecipanti porterà in N.E.Mo. le proprie competenze specifiche nella ricerca e sviluppo di sistemi di accumulo e dei relativi software di gestione, attivandosi per dare una seconda vita alle batterie dismesse dalle auto elettriche impegnate nella flotta di Sharengo.

L’obiettivo finale è quello di sviluppare prodotti e servizi specifici per una completa integrazione tra auto elettriche, sistemi di ricarica e rete di distribuzione con sistemi V2G (Vehicle to Grid). Le società metteranno a disposizione le proprie strutture di ricerca situate a Livorno, Genova, Trento e Milano. Sarà possibile, per eventuali altri aspiranti partner, aderire all’iniziativa apportando competenze e risorse necessarie a un ulteriore sviluppo del progetto.

6 giugno 2018
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento