Charlie è un pony davvero speciale, talmente speciale che qualcuno ha ben pensato di rubarlo ai legittimi proprietari. Il cavallino detiene infatti il record mondiale di pony più piccolo del mondo e, proprio per questo, dei malintenzionati l’hanno sottratto a chi normalmente se ne occupa, forse per trarne un guadagno economico. Vi è però una buona notizia: il mini-cavallo è stato ritrovato.

Il pony è scomparso qualche giorno fa dai box della Mostra Nazionale del Cavallo, tenutasi in quel di Città di Castello in provincia di Perugia. Grazie forse a una soffiata, le indagini hanno permesso di ricostruire il tragitto fatto dai ladri e la pista ha condotto a Peschiera del Garda, in provincia di Verona. Ed è proprio qui che è stato rinvenuto il cavallo dei record, sebbene al momento non vi siano provvedimenti giudiziari in corso.

Di proprietà di Bartolo Messina, un allevatore e artista equestre di Barano d’Ischia, Charlie è stato rapito la sera prima dell’inaugurazione della mostra equina, dove avrebbe dovuto esibirsi per un pubblico in trepidante attesa. Il pony, non più alto di 60 centimetri, è stato costretto a passare attraverso uno squarcio nella rete di protezione del suo box e di lui si era persa traccia.

L’allevatore, il quale ha sempre trattato l’animale con il massimo della cura, si è appellato alle forze dell’ordine e alla stampa, spiegando come l’assenza di Charlie provocasse dolore immenso perché considerato un membro della sua famiglia. Fortunatamente lo strazio dell’abbandono – sui social network circolano le più svariate ipotesi, dallo scherzo di cattivo gusto al rapimento a scopo d’estorsione, sebbene nulla di queste realtà trova conferma al momento nelle attività degli inquirenti – si è risolto nel migliore dei modi e Bartolo e Charlie si sono potuti ricongiungere.

19 settembre 2013
In questa pagina si parla di:
Via:
Lascia un commento