Un altro crudele caso di maltrattamento di animali sale agli onori della cronaca internazionale. Il tutto accade nel Regno Unito, dove una famiglia ha ritrovato l’amato gatto domestico decapitato e privo di coda. Un evento drammatico che ha acceso i riflettori sul Tameside, nelle vicinanze di Manchester, dove si sospetta possa essere in azione un killer felino.

Socks, uno splendido gatto di colore bianco e nero, lo scorso sabato non è tornato presso la sua abitazione, così come consuetudine. Così Claire Collins, la proprietaria, è partita alla ricerca del felino, facendo una scoperta raccapricciante: l’animale, infatti, è stato rinvenuto in un vicino parco, decapitato e privo di coda. Sul luogo, solamente i resti del corpo, poiché le parti rimosse pare non siano state più rinvenute.

Non so come qualcuno possa fare una cosa del genere. Era un gatto dolce, in nessun modo aggressivo. Aveva solo 18 mesi. Nel pomeriggio di sabato, attorno alle 4.30, si trovava all’aperto, nei pressi della nostra abitazione. Poco più tardi io e il mio partner l’abbiamo cercato, ma non l’abbiamo trovato. Abbiamo quindi pensato potesse essere stato investito da un’auto, perché abitiamo nei pressi di una strada principale. L’ho ritrovato nel parco verso le 7.45 della mattina, è stato molto scioccante. L’hanno scuoiato e torturato. Vi sono diversi gatti nella zona e mi assicurerò che i vicini siano adeguatamente allertati.

Raccolto il corpo e portato da un veterinario, il quale ha definito questo caso come uno dei più tremendi in 25 anni di carriera, i resti sono stati sottoposti ad analisi per accertarsi fossero davvero quelli di Socks, data la presenza del microchip. Il medico ha quindi allertato le autorità, le quali hanno avviato un’indagine non solo per identificare i possibili colpevoli, ma anche per scongiurare si ripetano dei casi del tutto analoghi, pronti a coinvolgere gli altri felini che abitano nella zona.

5 luglio 2016
Fonte:
Via:
ITV
Lascia un commento