L’ora solare è tornata in vigore ieri mattina, ma ancora si fanno sentire alcuni possibili disagi legati al cambio d’orario. Un ritorno che sembra non essere esente da potenziali disturbi per alcuni soggetti, più sensibili alle alterazioni nei ritmi del sonno. In generale sono insonnia, stanchezza diffusa e irritabilità sono i sintomi principali del disagio derivato dal cambio d’orario.

A soffrire di disturbi connessi alla reintroduzione dell’ora solare non sono soltanto gli adulti, ma anche i bambini, come lamentano i medici pediatri. Secondo quest’ultimi alterare l’abitudine per i più piccoli di addormentarsi, per un periodo di sei mesi, con l’orario legale produrrebbe ripercussioni che vanno dagli stati d’ansia alla scarsa qualità del riposo notturno.

Alcuni rimedi naturali possono rivelarsi utili, insieme con per recuperare il proprio normale equilibrio. Primo e più efficace di tutti in questo caso sembra essere la luce solare. In funzione dei raggi del sole l’organismo umano produce gli ormoni associati al sonno, una adeguata esposizione ai raggi UV consente quindi di impostare al meglio l’orologio biologico e favorire un migliore riposo notturno.

L’irritabilità dell’umore e lo stress derivati dall’ansia di non poter dormire abbastanza sono un altro problema di cui più di qualcuno risulta vittima. In questo caso alcune tisane rilassanti, prima di andare a dormire, a base di camomilla, valeriana, melissa e passiflora possono contribuire a rilassare i nervi e favorire un fisiologico sonno.

Nel caso dei bambini risulta più indicato l’utilizzo della semplice, ma efficace camomilla o del latte caldo con un cucchiaino di miele. Questo secondo rimedio naturale è consigliato anche per gli adulti, che possono ricorrere anche alla pratica Yoga o alla meditazione. Fino alla scomparsa dei sintomi è bene infine evitare il consumo di bevande alcoliche.

27 ottobre 2014
Lascia un commento