Risparmiare sulle bollette di luce e gas grazie a 5 piccoli accorgimenti. A dimostrarlo è Facile.it, il sito che compara le tariffe e le offerte energetiche, che spiega come arrivare ad un taglio di 181 euro l’anno per gli utenti single e di 349 per le famiglie numerose.

Far combaciare le proprie esigenze con le migliori tariffe spesso non è facile, soprattutto se non si ha un quadro chiaro delle offerte e delle fasce energetiche. Inoltre, la poca attenzione ai dettagli del consumo a volte può provocare veri e propri esborsi.

L’obiettivo di Facile.it è proprio quello di mettere l’utente nelle condizioni di scegliere le migliori opzioni per risparmiare, secondo gli orari e lo stile di vita che conduce.

Seguendo questi piccoli accorgimenti, ogni strategia di consumo può essere migliorata per un taglio ai costi energetici:

  1. Considerare le proprie esigenze orarie. Il primo passo, secondo gli esperti di Facile.it, è quello di cercare una tariffa che combaci con i propri orari di lavoro e di vita. Un utente single, ad esempio, tenderà a passare molte ore fuori casa e a utilizzare elettrodomestici e fornelli prevalentemente la sera. In questo caso, la tariffa più adatta è quella bioraria, che prevede riduzioni sul costo dell’energia dopo le ore 19: scegliendo questa opzione l’utente potrebbe risparmiare 27 euro l’anno in media. Al contrario, una famiglia numerosa dovrebbe optare per la tariffa mono-oraria, cosa che permetterebbe un taglio di 53 euro l’anno.
  2. Analizzare i consumi alimentari. Pranzi e cene possono pesare molto sulla bolletta, se non si pianifica adeguatamente il metodo di cottura. L’utente single potrebbe infatti preferire il microonde per scongelare o riscaldare i cibi, in modo da ottenere un risparmio 23 euro anno. Le famiglie numerose dovrebbero prediligere invece l’uso delle pentole a pressione, con un taglio ai costi di 22 euro l’anno.
  3. Attenzione ai riscaldamenti. I risparmi sulla bolletta che derivano da un uso più strategico dei riscaldamenti non sono da poco. Grazie alla tecnologia i termostati attuali permettono di regolare il flusso caldo secondo delle esigenze specifiche. Gli analisti di Facile.it raccomandano di non scaldare l’appartamento allo stesso modo: grazie al riscaldamento selettivo, razionalizzato anche in base alle ore di luce, l’utente single risparmierebbe taglierebbe di 48 euro all’anno i costi mentre una famiglia numerosa arriverebbe a risparmiare addirittura 157 euro.
  4. Utilizzare i condizionatori in maniera razionale. Anche in questo caso, le tecnologie che permettono di selezionare una o diverse zone da rinfrescare consentono un notevole risparmio sui costi energetici. Utilizzare un unico split per l’aria condizionata, non garantisce un ottimale rapporto fra costi ed efficienza. Meglio optare per più split e rinfrescare selettivamente le diverse stanze, risparmiando così 51 euro l’anno. Preferendo inoltre uno scaldabagno a gas a quello elettrico si potrebbero tagliare ulteriori 71 euro l’anno.
  5. Scegliere e usare con cura gli elettrodomestici. Non bisogna solo optare per gli elettrodomestici più efficienti, ma anche saperli utilizzare. Gli ultimi modelli permettono di tarare i propri consumi su esigenze specifiche. Gli utenti single, ad esempio, potrebbero tagliare ulteriormente la bolletta di 12 euro preferendo lavatrici a pieno carico. Una famiglia numerosa utilizzerà invece diversi apparecchi come tv, radio, computer: avere l’accortezza di spegnerli tutti quando non in funzione, staccando la spina, potrebbe permettere un risparmio di 66 euro l’anno.

18 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento