Torna dal 18 al 21 marzo 2014 la MCE. La Mostra Convegno Expocomfort dedicata alle rinnovabili, alla climatizzazione all’impiantistica civile e industriale si terrà a Milano e promette da ora il rinnovo del suo impegno a fianco dell’organizzazione no profit “Just a Drop”.

Parte degli introiti derivati dai biglietti d’ingresso alla MCE verranno devoluti al progetto di “Just a Drop” per la realizzazione di sei pozzi d’acqua nel distretto di Kyankwanzi, in Uganda. Come ha dichiarato Massimiliano Pierini, Business Unit Director di Reed Exhibitions Italia e Direttore MCE:

Con grande entusiasmo e convinzione collaboriamo con Just a Drop. I progetti portati avanti fino ad oggi hanno permesso un miglioramento significativo e reale delle condizioni di vita delle popolazioni e hanno dimostrato che ogni gesto di solidarietà, grande o piccolo che sia, può fare la differenza.

Portare acqua potabile presso la Comunità Mulagi significherà eliminare le malattie legate all’utilizzo di acqua contaminata, permettere ai più piccoli di andare a scuola e creare condizioni di vita migliori per l’intera comunità.

Dalla MCE anche alcuni consigli per risparmiare acqua in casa, con accorgimenti tecnici e qualche buona pratica in più:

Soluzioni tecniche e impiantistica

  • Applicare ai propri rubinetti un frangigetto, un apparecchio che dimezza la quantità d’acqua utilizzata permettendo di ridurre i consumi idrici della casa del 20-30%;
  • Utilizzare un riduttore di flusso per la cipolla della doccia, ottimizzandone i consumi senza ridurre la piacevolezza del getto d’acqua;
  • Qualora si renda necessaria la sostituzione dei rubinetti meglio optare per elementi a risparmio idrico;
  • Installare cassette con flusso differenziato per lo scarico del WC, così da ridurre il consumo di acqua (di circa il 10%) quando non strettamente necessario;
  • Scegliere elettrodomestici a basso consumo vuol dire non soltanto risparmiare elettricità, ma anche acqua utilizzata durante la pulizia e il risciacquo. Per questo è inoltre opportuno utilizzare lavatrice e lavastoviglie a pieno carico.

Pratiche di ogni giorno

  • Chiudere il rubinetto quando si lavano i denti o si fa la barba consente di risparmiare circa 20 litri di acqua alla volta;
  • Preferire la doccia al bagno, ricordandosi anche di chiudere l’acqua mentre ci si insapona. Così facendo si consumerà un massimo di 75-90 litri contro i 100-160 contenuti in una vasca da bagno;
  • Come già citato nel caso degli elettrodomestici, utilizzare lavastoviglie e lavatrici a pieno carico;
  • Lasciare in ammollo le stoviglie nell’acqua di cottura della pasta consente di sgrassarle con facilità riducendo il bisogno di detersivo per i piatti;
  • Innaffiare le piante non prima del tramonto, per ottimizzarne l’assorbimento d’acqua e ridurre la possibile evaporazione della stessa; quando possibile utilizzare acqua piovana o quella con cui si sono lavate frutta e verdura;
  • Mai utilizzare l’acqua corrente per lavare l’auto, ma un secchio pieno: sarà più che sufficiente e consentirà di risparmiare circa 300 litri;
  • Individuare e riparare le eventuali perdite;

20 dicembre 2013
I vostri commenti
Roberto Santi, venerdì 20 dicembre 2013 alle20:16 ha scritto: rispondi »

si è meritevole l’impegno di risparmiare l’acqua, ma c'è un piccolo problema. io risparmio e riduco il consumo, ma la ditta privata che gestisce l'acqua vuole dal comune la differenza di mancata vendita d’acqua, un paradosso all’Italia. In pratica noi paghiamo l’acqua per ben due volte e puniti per due volte. Se consumo sono un spregevole sprecone, se non consumo devo dare la differenza dei mancati guadagni alla società privata per foraggiare gli azionisti. Sembra una follia ma è tutto vero.

Lascia un commento