Sostituire il prato del proprio giardino in cambio di un bonus economico. La proposta è già da qualche anno alla prova dei fatti negli USA, dove ai cittadini che scelgono di sostituire la dispendiosa (in termini di consumo di acqua) distesa verde con vegetazione locale.

Una pratica lanciata già nel 2009 dal Department of Water and Power di Los Angeles, che ora rilancia l’iniziativa alzando l’asticella del bonus: dai consueti 1,5 dollari previsti fino a ora si arriva ora ai 2 dollari per metro quadrato di prato sostituito.

L’iniziativa Landscape Incentive Program sembra piacere ai cittadini di LA. In 850 hanno già sostituito il loro prato con vegetazione locale per un totale superficie di 1,5 milioni di piedi quadrati (circa 140 mila metri quadrati).

Il prato può essere sostituito con varie tipologie di piante, non soltanto quelle più comuni nei grandi spazi californiani, ma anche con arbusti, viti, alberi, piante grasse e piante perenni. Al fine di ottenere i rimborsi, i cittadini di Los Angeles dovranno fornire evidenze del prato posseduto e sottoporre al giudizio del DWP i piani per la modifica del proprio terreno.

Ad aver seguito questa strada anche Mesa, Arizona e Austin, arrivando nel corso degli ultimi anni a risparmiare ben 125 milioni di piedi quadrati (11,6 milioni di metri quadrati circa) e 7 miliardi di galloni di acqua (circa 26,5 miliardi di litri d’acqua).

17 luglio 2013
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento