È arrivato l’autunno e quale occasione migliore per servire in tavola piatti dal sapore stuzzicante, ma dal gusto rincuorante e dal tepore confortante contro i primi freddi. Gusti e sapori utili a proteggerci contro i malanni di stagione, ma anche necessari per scaldare corpo, cuore e anima. Di sicuro il risotto ai funghi non può sottrarsi da questo compito fondamentale e, tra le ricette vegetariane, è quella più semplice e completa.

Gli ingredienti per la sua creazione sono pochi, facilmente reperibili e dalla loro combinazione nasce un piatto saporito e delizioso. Ogni chef e ogni cuoca mette in pratica la propria ricetta vegetariana, creando piccole e impercettibili varianti per impreziosire il gusto. La ricetta base è facile, economica e pratica.

Ingredienti

  • 400 gr riso;
  • 200 gr di funghi freschi;
  • brodo;
  • cipolla o scalogno;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • prezzemolo;
  • olio EVO;
  • mezzo bicchiere di vino bianco;
  • sale;
  • pepe;
  • formaggio grattugiato.

Preparazione

Per prima cosa preparate un brodo leggero di verdure con una patata, una carota e un po’ di sedano, quindi pulite i funghi eliminando le parti finali e un po’ terrose. In alternativa potete utilizzare quelli secchi, ammorbidendoli in acqua e filtrandoli. In una pentola o padella capiente versate un filo d’olio EVO e la cipolla affettata e tritata finemente, per un sapore più dolce potete utilizzare la cipolla rossa di Tropea. Lasciatela ammorbidire a fuoco lento, quindi aggiungete il riso e fatelo tostare mescolando con un cucchiaio di legno per circa due minuti.

Passiamo alla cottura del risotto aggiungendo un mestolo di brodo di verdure, che rabboccherete per evitare che il riso si asciughi. In una seconda padella versate l’olio, lo spicchio d’aglio schiacciato da far rosolare per qualche minuto, quindi aggiungete i funghi tagliate a fettine o cubetti piccoli. Fate saltare per qualche minuto a fuoco più alto, togliete l’aglio e aggiungete sale e pepe q.b. Allungate con poco brodo per ammorbidire e quindi sfumate con il vino bianco (a piacere). Lasciate cuocere e pochi minuti prima di spegnere la fiamma aggiungete una manciata di prezzemolo tritato fine.

Versate il tutto nella pentola con il riso, mescolate e proseguite fino alla fine della sua cottura. Se necessario aggiungete il brodo per ammorbidire e facilitare il procedimento, appena sarà pronto, ben cotto, sodo e al contempo morbido spegnete la fiamma. Lasciate riposare poi aggiungete una mancata generoso di formaggio grattugiato, mescolate per amalgamare completamente e per mantecare. Servite caldo con una spolverata ulteriore di pepe nero e prezzemolo, accompagnato da un buon vino bianco.

Ogni ricetta possiede una variante personale, alcuni cucinano funghi e riso insieme, c’è chi non ama e utilizza l’aglio o il vino e chi preferisce il brodo di carne con il lesso. Alcune ricette prevedono la cottura a parte di una manciata di funghi, così da utilizzarli come guarnizione finale. Altre varianti contemplano la presenza di spezie come il peperoncino e il curry o la curcuma. La regola uguale per tutti è che i funghi, freschi o secchi, siano commestibili e sani, quindi ben sodi e privi di batteri e che i tempi di cottura del riso vengano rispettati per evitare un piatto crudo o troppo brodoso. La consistenza deve risultare soda, ma anche morbida, con il giusto equilibrio tra sale, pepe, formaggio e funghi.

7 ottobre 2013
I vostri commenti
giorgio, venerdì 8 novembre 2013 alle21:07 ha scritto: rispondi »

E' molto interessante le Vs pubblicazioni relative ai vari ricette. Complimenti

Lascia un commento