Gli orsi polari sono tra le specie animali più colpite dal riscaldamento globale. A confermarlo è un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica PLoS ONE, condotto da un’équipe di ricercatori della University of Alberta. La ricerca, coordinata da Stephen Hamilton, ha rivelato che nei prossimi decenni gli orsi polari dovranno affrontare una perdita di habitat senza precedenti.

Secondo le proiezioni ben un decimo dell’habitat degli orsi polari scomparirà, mettendo a rischio un quarto della popolazione globale e la sopravvivenza stessa della specie. Da qui al 2100, se il riscaldamento globale dovesse aggravarsi, gli orsi polari potrebbero arrivare all’estinzione.

Gli autori hanno analizzato le attuali condizioni climatiche dell’arcipelago artico canadese e la perdita di habitat che sta già interessando la regione, destinata ad aggravarsi nei prossimi decenni a causa dell’aumento delle temperature. Lo scioglimento dei ghiacciai correlato al riscaldamento globale sconvolgerà gli equilibri degli ecosistemi artici. Nel caso specifico degli orsi polari, questo si tradurrà in un ambiente ostile alla riproduzione e alla sopravvivenza della specie.

Gli orsi polari potrebbero essere costretti a vivere dai 2 ai 5 mesi all’anno in una regione senza più ghiacci. Al momento la specie non è abituata a una simile carenza di ghiaccio. La sopravvivenza degli orsi dipenderà molto dalla loro capacità di adattamento e dagli sforzi dell’uomo per mitigare gli effetti del riscaldamento globale.

Un altro fattore deterrente per la sopravvivenza degli orsi polari nell’Artico riguarda lo spessore dei ghiacciai. Lo strato che ricopre l’arcipelago artico canadese si fa sempre più sottile di anno in anno, con ripercussioni sulla capacità dei plantigradi di procacciarsi il cibo.

Senza contare che il riscaldamento globale ha un impatto pesante sull’intera catena alimentare. L’aumento delle temperature e lo scioglimento dei ghiacciai sconvolgeranno l’intero ecosistema artico, mettendo a rischio tutte le specie che, grazie a secoli di evoluzione, avevano imparato a sopravvivere nelle difficili condizioni climatiche della regione. La velocità con cui si consumano i cambiamenti climatici purtroppo non dà alle specie il tempo di adattarsi al riscaldamento globale.

28 novembre 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento