Negli ultimi mesi si è parlato spesso di Nola, uno degli ultimi quattro superstiti della famiglia del rinoceronte bianco settentrionale. L’animale, una femmina di 41 anni, da tempo soffre per un ascesso alla zampa, tale da richiedere molteplici e ripetute procedure mediche. Fortunatamente l’ultima di queste, un intervento di asportazione, è andata a buon fine e l’esemplare sembra essere già sulla via della guarigione.

Nola è ospitata presso lo Zoo Safari Park di San Diego, dove riceve tutte le cure del caso ed è accudita costantemente, anche perché animale rarissimo al mondo. Per diversi mesi, però, il rinoceronte ha dovuto convivere con un ascesso alla zampa, tale da causare una dolorosa, ma fortunatamente risolta, infezione. In diverse occasioni i veterinari della struttura hanno sottoposto l’animale a trattamenti specifici e cure antibiotiche ma, nonostante gli iniziali successi, il disturbo si è sempre ripresentato. Così la decisione di un intervento chirurgico di rimozione: una procedura perfettamente riuscita che potrebbe donare, se tutto dovesse procedere come previsto, il meritato sollievo al rinoceronte quarantunenne. Così ha spiegato la dottoressa Nadine Lamberski, Associate Director of Veterinary Services presso la struttura:

Speriamo che questa procedura possa risolvere l’infezione che Nola ha da diversi mesi ormai. Certamente dovrebbe sentirsi meglio nei prossimi giorni.

Come già accennato, rimangono solo quattro rinoceronti bianchi settentrionali al mondo, per una delle specie a più alto rischio di estinzione. Tre di questi esemplari, di cui solo un maschio, sono ospitati in una riserva in Kenya, dove vengono protetti a vista da guardie armate per evitare gli attacchi di bracconieri e cacciatori di frodo. Sempre più complesse appaiono essere le possibilità di riproduzione, soprattutto data l’età delle femmine rimaste, ma al vaglio vi sono progetti di fertilizzazione in vitro, affinché gli embrioni possano essere impiantati in alcune madri surrogato fra i rinoceronti bianchi meridionali, ultima speranza per proseguire la specie.

18 novembre 2015
In questa pagina si parla di:
zoo
Fonte:
Lascia un commento