Terna ha diffuso il rapporto mensile sul sistema elettrico italiano relativo a dicembre 2015. Dal consuntivo emerge un calo del 51,1% della produzione idroelettrica scesa dai 4.157 GWh registrati a dicembre del 2014 a 2.033 GWh. Anche l’eolico chiude il mese di dicembre 2015 con un segno meno rispetto all’anno precedente. La produzione eolica è scesa dai 1.484 GWh registrati a dicembre 2014 a 676 GWh pari a un calo del 54,4%.

Il fotovoltaico registra invece una crescita della produzione del 16,9%. A dicembre 2015 l’energia fotovoltaica prodotta in Italia si è attestata sui 900 GWh a fronte dei 770 GWh registrati lo scorso anno.

Il consuntivo di dicembre pubblicato da Terna fornisce gli ultimi dati utili a tracciare un bilancio della produzione elettrica italiana nel 2015. Analizzando i dati su base annuale emerge che nel 2015 la produzione di elettricità da fonti rinnovabili è calata del 9,6% rispetto al 2014. Le energie rinnovabili hanno fornito 109,1 TWh a fronte dei 120,8 TWh coperti lo scorso anno.

Il calo di 11,6 TWh è imputabile al crollo della produzione idroelettrica che chiude il 2015 a -25% pari a 14,8 TWh in meno rispetto al 2014. Il fotovoltaico fa invece segnare una crescita della produzione del 13% rispetto al 2014 per un totale di 24,67 TWh.

La produzione eolica si mantiene stabile rispetto al 2014 così come il geotermico. Un incremento della produzione si registra nelle bioenergie che passano da 18,7 TWh a 19,3 TWh. Il termoelettrico ha fornito 13 TWh in più rispetto al 2014.

L’apporto delle rinnovabili nel mix energetico italiano si conferma determinante anche se in calo: nel 2015 ben il 40,5% della produzione elettrica nazionale è stata coperta da energia verde. Nel 2014 la produzione era ancora superiore a quota 44,9%. Le rinnovabili nel 2015 hanno rappresentato il 34,7% della domanda a fronte del 38,9% registrato nel 2014.

Nel 2015 è cresciuto l’apporto del fotovoltaico passato dal 7% al 7,8% della domanda elettrica. La produzione interna di energia fotovoltaica è passata dall’8,1% al 9,2%. Nel settore delle rinnovabili il fotovoltaico oggi copre il 22,6% della produzione.

Per quanto riguarda la domanda nazionale di energia elettrica il 2015 fa registrare una crescita dell’1,5% chiudendo a quota 315,2 TWh. Come sottolinea Terna la domanda di elettricità è più alta nelle Regioni settentrionali:

Nel 2015 il Nord del Paese detiene la maggiore richiesta di energia elettrica (144,7 miliardi di kWh pari al 45,9% dell’intera domanda nazionale).

22 gennaio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento