Il Dipartimento dell’Energia americano ha messo fine a un’attesa di circa 6 anni approvando la costruzione di nuove linee elettriche in corrente continua. L’infrastruttura trasporterà fino a 4 GW di energia eolica dallo Stato dell’Oklahoma al Tennessee.

Il progetto della “Plains & Eastern Clean Line” ha richiesto un investimento di 2,5 miliardi di dollari. Grazie alla nuova linea l’Oklahoma, l’Arkansans, il Tennessee e diverse aree degli Stati Uniti sudorientali potranno usufruire di energia rinnovabile, per un totale di oltre 1,5 milioni di famiglie servite.

Il Dipartimento dell’Energia ha impiegato molto tempo per revisionare il progetto, finanziato interamente da fondi privati, per via della complessità e della portata della nuova linea. La Clean Line ha reso noto che la costruzione della linea lunga 1.135 km dovrebbe iniziare già nel 2017.

L’approvazione del progetto da parte del DoE ha un’importanza storica perché per la prima volta l’autorità federale si è imposta su una legislazione statale per promuovere lo sviluppo della rete elettrica, come previsto dall’Energy Policy Act del 2005.

Il segretario dell’energia americano Ernest Moniz ha sottolineato l’importanza di dotare il Paese di infrastrutture energetiche moderne, in grado di integrare una fetta sempre maggiore di fonti rinnovabili:

Costruire linee elettriche all’avanguardia che portano l’energia rinnovabile in migliaia di case contribuirà a creare nuovi posti di lavoro, a tagliare le emissioni di gas serra e a rendere le nostre reti più stabili e affidabili.

L’approvazione del progetto ha riscosso il favore dell’American Wind Energy Association. L’associazione dei produttori eolici statunitensi ha sottolineato che grazie alla nuova rete elettrica l’industria eolica nazionale attrarrà oltre 7 miliardi di dollari di nuovi investimenti.

Inoltre sarà possibile sfruttare pienamente la capacità eolica utility scale statunitense, installata quasi completamente nelle regioni rurali. Non sono mancate voci discordi, come quella del senatore repubblicano Lamar Alexander:

Per la prima volta una legge federale è stata utilizzata per ignorare l’autorità di uno Stato e costruire nuove infrastrutture. Si tratta di una politica sbagliata.

31 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento