Incostituzionale, oltre che dannoso per l’economia e l’ambiente. Così assoRinnovabili bolla il provvedimento spalma-incentivi che potrebbe essere presto varato dal governo. In una nota, l’associazione si dice incredula sia per la possibile adozione di tale provvedimento che per l’eventuale introduzione di un nuovo tributo sull’energia rinnovabile.

AssoRinnovabili, in particolare, prevede conseguenze “disastrose” per l’economia e l’ambiente in caso di approvazione del provvedimento e contesta in particolare la retroattività dello spalma-rinnovabili. Una caratteristica, questa, che renderebbe la misura anche contraria alla nostra Costituzione.

A questo proposito, l’associazione chiama in causa il Presidente Emerito della Corte Costituzionale, Valerio Onida, che ha già espresso il proprio parere sulla legittimità costituzionale dello “spalma incentivi”.

Scrive AssoRinnovabili nel suo comunicato:

Il Professore Onida, in pratica, ritiene che un simile provvedimento violerebbe sia le norme costituzionali in materia di retroattività e di tutela dell’affidamento, sia gli obblighi internazionali. Da un lato, la misura in discussione, qualora approvata, si configurerebbe infatti come un intervento su rapporti di durata già cristallizzati in contratti di diritto privato (…), dall’altro apparirebbe in conflitto con gli obblighi internazionali derivanti dal Trattato sulla Carta Europea dell’Energia.

Secondo il costituzionalista, inoltre, i vizi sussisterebbero anche se la durata degli incentivi venisse prolungata per compensarne il taglio. Altri problemi, inoltre, deriverebbero nel caso di investimenti finanziati da un credito bancario, perché la misura inciderebbe sul rapporto con la banca.

Conclude dunque l’associazione:

Il Governo ha totalmente ignorato le numerose proposte alternative presentate dall’associazione negli ultimi due mesi, che porterebbero al condivisibile obiettivo di abbassare le bollette delle PMI senza affossare il settore. Chiediamo a Renzi, Guidi, Padoan e Galletti di ripensarci e di non spegnere la green economy che è uno dei pilastri fondamentali per lo sviluppo economico e ambientalmente sostenibile del nostro Paese.

16 giugno 2014
Lascia un commento