In arrivo una nuova generazione di batterie ricaricabili a basso costo che potrebbe rilanciare la corsa di fotovoltaico ed eolico. La nuova tecnologia, messa a punto dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology di Boston, si basa su batterie a flusso in grado di fare a meno delle costose membrane che di solito si usano per separare i reagenti presenti nei dispositivi.

La notizia della scoperta è stata pubblicata su Nature Communications, il cui articolo sostiene che le nuove batterie low cost potrebbero favorire la diffusione delle fonti rinnovabili risolvendo una volta per tutte i problemi legati all’accumulo dell’energia, tipico delle fonti intermittenti come sole e vento.

Il nuovo dispositivo ideato dagli scienziati del MIT contiene due diversi liquidi (una soluzione di bromo e una di idrogeno) che passano da un elettrodo all’altro attraverso un canale. Questo genera una serie di reazioni elettrochimiche che consentono di produrre e immagazzinare energia.

La grande novità, come anticipato, consiste nell’assenza di costose membrane per separare i due liquidi, che invece rimangono distinti grazie al fenomeno del flusso laminare, che permette di far scorrere le due soluzioni senza che avvengano reazioni tra i fluidi.

Secondo le stime dei ricercatori, la nuova batteria potrebbe produrre energia a un costo di 100 dollari per kilowattora, che potrebbe essere interessante per le società di servizi pubblici americane.

5 settembre 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Mario, sabato 24 gennaio 2015 alle19:09 ha scritto: rispondi »

Il sistema bosh da 5Kw costa ben 13.000 euro!!!! Non è conveniente

clemente, mercoledì 19 marzo 2014 alle22:17 ha scritto: rispondi »

sono molto interessato al sistema di accumulo.Ho letto di alcuni armadi a condensatori ma non ne conosco la potenza La mia necessità è un impianto stand-alone di 6 kw. E' chiaro che di notte non mi servono 6kw. ma almeno 3kw. sono sicuro di consumarli nell'estate. C'è qualcuno che ha informazioni a riguardo? Grazie.

enrico, sabato 19 ottobre 2013 alle23:39 ha scritto: rispondi »

Ho appena installato un impianto fotovoltaico di 3 kw , ad uso domestico con scambio sul posto, pensavo se fosse conveniente e possibile un impianto di accumulo di cui eventualmente vorrei conoscere il prezzo. grazie

Roberto Guidi, venerdì 11 ottobre 2013 alle14:04 ha scritto: rispondi »

Nel vostro articolo "batterie a basso costo" c'e' il seguente periodo. .......Secondo le stime dei ricercatori, la nuova batteria potrebbe produrre energia a un costo di 100 dollari per kilowattora, che potrebbe essere interessante per le società di servizi pubblici americane....... non vi sembra decisamente troppo costoso 100 $ / Kwh?

Gianpiero, lunedì 9 settembre 2013 alle18:17 ha scritto: rispondi »

Nei supermercati e presso i grossisti si trovano già batterie AGM a 1€/Ah ovvero con 100€ prendi 1200Vah, 1,2 Kwh... non vedo sto grandissimo risparmio a 100$/kwh...dobbiamo scendere a non + di 20-30€/kwh!!!

Lascia un commento