IKEA investirà 1 miliardo di euro, pari a 1,13 miliardi di dollari, nelle energie rinnovabili. La multinazionale svedese, leader nel mercato globale dei mobili, ha deciso di impegnare parte dei suoi introiti per aiutare i Paesi più poveri a mitigare l’impatto dei cambiamenti climatici e per promuovere la diffusione delle fonti pulite nel mondo.

Nello specifico, IKEA stanzierà 500 milioni di euro per sostenere la crescita dell’eolico; 100 milioni di euro per finanziare l’energia solare e altri 400 milioni di euro per realizzare progetti di adattamento e mitigazione del riscaldamento globale nei Paesi del Sud del mondo. Attraverso la sua fondazione, IKEA aiuterà le popolazioni dei Paesi colpiti dai cambiamenti climatici ad affrontare inondazioni, carestie, desertificazione e siccità, disastri naturali esacerbati dall’innalzamento delle temperature globali.

Peter Agnefjall, presidente esecutivo di IKEA, ha chiarito che gli investimenti nelle energie rinnovabili decisi dalla compagnia non avranno alcun impatto sui prezzi dei suoi prodotti:

L’investimento sarà proficuo per tutti: per i nostri clienti, per il clima e per la stessa compagnia.

La multinazionale svedese ha deciso di impegnarsi in prima linea per favorire una transizione energetica verso le fonti rinnovabili e contrastare l’impatto dei cambiamenti climatici nelle nazioni svantaggiate. La compagnia ha affermato di preferire la strada dell’impegno attivo agli investimenti pubblicitari necessari a garantire al marchio un’immagine positiva, di azienda attenta all’ambiente.

L’IKEA è ancora ben lontana da questo obiettivo. Un sondaggio effettuato lo scorso anno ha infatti rivelato che solo il 41% dei clienti valuta positivamente la società sulla responsabilità sociale e ambientale. Nel 2015 la compagnia mira a conquistare la fiducia del 70% dei consumatori.

L’azienda da diversi anni destina parte del suo fatturato, pari a 30 miliardi di euro all’anno, agli investimenti nelle fonti pulite. Dal 2009 l’IKEA ha stanziato 1,5 miliardi di euro nella realizzazione di impianti eolici e centrali solari.

Entro il 2020 la compagnia mira ad alimentare tutti i suoi negozi e le sue fabbriche con il 100% di energia pulita. L’azienda gestisce già direttamente 314 turbine eoliche e possiede ben 700 mila pannelli solari sui tetti dei suoi stabilimenti e punti vendita.

La compagnia entro il 2020 intende inoltre ripiantare tutti gli alberi utilizzati nella produzione dei suoi mobili e rifornirsi solo di legno e cotone sostenibili.

La speranza della multinazionale è che anche i governi, come stanno già facendo da tempo molte grandi aziende, diano un contributo più concreto alla mitigazione dei cambiamenti climatici e allo sviluppo delle energie rinnovabili.

5 giugno 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento