Rinnovabili: i piccoli impianti fotovoltaici trainano gli investimenti

Un anno iniziato sotto il segno positivo: il settore delle energie rinnovabili nel primo trimestre del 2014 colleziona dati incoraggianti, soprattutto grazie agli investimenti sui piccoli impianti fotovoltaici, cresciuti del 42%. È quanto riporta Bloomberg New Energy Finance.

L’aumento degli investimenti destinati agli impianti su scala ridotta ha comportato un aumento più generale del capitale: il 10% in più degli investimenti rispetto al primo trimestre dello scorso anno, per una cifra complessiva di 47,7 miliardi di dollari.

Un dato che, spiegano gli analisti di Bloomberg, indica una crescita esponenziale, anche se la cifra in valore assoluto è ridotta rispetto a quella rilevata nell’ultimo trimestre del 2013: 58,1 miliardi di dollari.

In particolare gli impianti fotovoltaici pari o inferiori a 1 MW hanno trainato il settore: l’investimento complessivo in questo segmento, secondo i dati di Bloomberg, ha toccato quota 21,1 miliardi dollari nel primo trimestre 2014.

È la Cina ad aprire la strada agli aumenti degli investimenti in energie rinnovabili, con un capitale da 9,9 miliardi di dollari nel primo trimestre dell’anno e un aumentato del 18% rispetto al 2013.

Michael Liebrich, presidente del consiglio di BNEF, ha spiegato:

È presto definire il 2013 l’anno nero per gli investimenti in energia pulita e anche per dire che il 2014 mostrerà un rimbalzo, ma i numeri del primo trimestre sono incoraggianti. Si notano due tendenze in particolare, la quota crescente di investimenti in energia solare per progetti su piccola scala degli investimenti complessivi, anche grazie ai miglioramenti nel livellamento dei prezzi dell’energia elettrica nel corso degli ultimi anni, e l’espansione geografica degli investimenti verso le economie emergenti.

Dei 47,7 miliardi dollari investiti nei primi tre mesi dell’anno, oltre 12 miliardi sono stati investiti in Asia e Oceania, escludendo Cina e India: un aumento del 26% in un solo anno, con il Giappone a trainare l’area.

Il Brasile colleziona il più elevato numero di investimenti in rinnovabili per paese, toccando la percentuale record del 211% in più rispetto all’anno precedente, mentre gli Stati Uniti, registrano un aumento dei guadagni medi del 95% rispetto al 2013. Anche Medio Oriente e Africa hanno rilevato investimenti sostanziali, con un incremento dell’82%.

Se si escludono USA e Brasile, il resto del continente americano non ha collezionato numeri molto postivi: rispetto al 2013 si registra un calo dell’11%, con appena 2,1 miliardi dollari investiti nel Quarter 1. Stesso discorso per l’Europa, dove gli investimenti registrano una contrazione del 30%, fino alla quota di 11,1 miliardi dollari.

23 aprile 2014
Lascia un commento