L’agricoltura biologica che incontra le fonti rinnovabili. Questo il motivo alla base della decisione presa dalla Cooperativa Girolomoni, che si affiderà per la propria fornitura energetica alla Dolomiti Energia, che dell’idroelettrico sostenibile ha fatto il suo elemento distintivo.

=> Guarda la videointervista di GreenStyle a Giovanni Girolomoni

Oltre a rifiutare l’impiego di prodotti chimici di sintesi nei suoi terreni sulla collina di Montebello, affidandosi soltanto alla naturale rotazione delle colture, la Girolomoni già dal 2010 ha intrapreso il suo cammino fatto di alimentazione al 100% da fonti rinnovabili. Parte dell’energia viene prodotta da un impianto fotovoltaico ed eolico appartenente alla stessa coooperativa.

=> Scopri le novità per quanto riguarda l’agricoltura bio

La restante parte viene da ottobre garantita dalla Dolomiti Energia, la cui energia rinnovabile viene ottenuta grazie a centrali idroelettriche situate sulle Dolomiti. L’acqua così utilizzata non viene alterata durante il processo ed è successivamente reimessa nell’ambiente.

La Cooperativa Girolomoni ha inoltre scelto di utilizzare solo energie rinnovabili di origine italiana, tracciate e garantite dal Gestore del Sistema Elettrico. Come ha concluso Giovanni Battista Girolomoni, presidente dalla Cooperativa Girolomoni:

La scelta di utilizzare fonti rinnovabili per l’energia è una diretta conseguenza dei valori di rispetto per la terra e per il pianeta che mi sono stati tramandati da mio padre, vero profeta del biologico in Italia.

Per la cooperativa Girolomoni l’accordo con Dolomiti Energia è la perfetta chiusura del cerchio verso un’agricoltura sempre più sostenibile. Come diceva mio padre Il biologico forse non salverà il mondo, ma quando sarò di fronte al creatore sarò dalla parte di chi non ha contribuito a distruggerlo.

13 dicembre 2016
Lascia un commento