Picco degli investimenti per il settore delle rinnovabili: nel secondo trimestre del 2014 hanno toccato i 66,2 miliardi di dollari a livello globale. A dirlo sono le stime di Clean Energy Pipeline, che parla del massimo livello raggiunto dalla fine del 2012.

Secondo il report, gli investimenti in progetti di energia rinnovabile sono aumentati dell’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: se le stime dovessero essere confermate alla fine dell’anno, spiegano gli analisti, questo invertirebbe il trend negativo dei due anni precedenti.

Nel corrispondente periodo del 2013 erano stati investiti 35,8 miliardi di dollari, mentre nei primi tre mesi dell’anno in corso ne sono stati investiti 38,5 per un aumento del 12%.

Dopo la pausa del 2013, spiegano gli analisti, gli investimenti potrebbero tornare alle vette del 2012. Douglas Lloyd, direttore esecutivo di Clean Energy Pipeline, ha spiegato:

Forse è un po’ presto per fare previsioni, ma basandoci sui livelli di investimento dei primi sei mesi del 2014 il trend potrebbe portarci a risultati molto positivi alla fine dell’anno. Una notizia molto importante date le costanti flessioni annuali avvenute sia nel 2012 che nel 2013.

Secondo il report di Clean Energy Pipeline, dall’inizio dell’anno gli operatori delle rinnovabili hanno anche raccolto 5,3 miliardi di dollari dai mercati pubblici a livello globale, attraverso una miscela di IPO e obbligazioni convertibili.

È l’energia eolica a trainare, al momento, l’aumento degli investimenti: circa 3,8 miliardi di dollari sono starti investiti in progetti off shore.Sono però gli impianti on shore ad attirare l’aumento più significativo: da 13,7 miliardi investiti nel primo trimestre ai 18 miliardi di dollari investiti nel secondo trimestre del 2014.

11 luglio 2014
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento