La città di Las Vegas, capitale del divertimento e del gioco d’azzardo, diventa più sostenibile grazie all’alimentazione 100% rinnovabile degli edifici governativi.

L’annuncio è arrivato nei giorni scorsi dall’amministrazione cittadina. Nel corso di una conferenza stampa il sindaco Carolyn Goodman ha spiegato che la metropoli ora usa solo energia rinnovabile per soddisfare i consumi degli edifici istituzionali e alimentare l’illuminazione pubblica.

=> Scopri l’energia dai passi dei pedoni per illuminare Las Vegas

Il primo cittadino di Las Vegas si è detta fiera di poter annoverare la città tra le poche al mondo alimentate solo da energia pulita. Un traguardo frutto di un percorso di transizione dalle fossili alle rinnovabili durato ben 10 anni.

Per accelerare la transizione verso le fonti pulite la città lo scorso anno ha siglato una partnership con la NV Energy, una utility energetica pubblica.

=> Leggi i dati del GSE sulla crescita delle rinnovabili al 2020

L’elettricità necessaria a soddisfare i consumi degli edifici governativi e dell’illuminazione pubblica proviene da fonti locali. Nello specifico Las Vegas può contare sull’energia pulita fornita da impianti geotermici e pannelli solari installati nel territorio cittadino e sull’elettricità prodotta dalla centrale fotovoltaica Boulder Solar 1, situata nel Sud-Est dello Stato del Nevada. L’impianto, gestito dalla NV Energy, è entrato in funzione da circa una settimana.

La transizione energetica alle fonti pulite sta garantendo grandi risparmi alle casse pubbliche. Secondo le stime degli esperti dal 2008 a oggi la città ha risparmiato ben 5 milioni di dollari all’anno. I consumi di energia si sono ridotti di ben il 30%. La vera sfida ora sarà convertire alle energie pulite anche tutti gli edifici commerciali e le attività produttive energivore della metropoli.

L’esempio di Las Vegas verrà seguito da altre grandi città statunitensi: San Francisco e San Jose in California e Grand Rapids nel Michigan hanno già annunciato di voler raggiungere un’alimentazione 100% rinnovabile entro il 2035.

La rivoluzione sostenibile avviata dai sindaci delle città americane procederà a dispetto della linea del presidente eletto Donald Trump, schierato apertamente con le lobby dei fossili. A dichiararlo sono stati gli amministratori di 48 città degli USA in una lettera aperta inviata al leader repubblicano il mese scorso.

22 dicembre 2016
In questa pagina si parla di:
Usa
Immagini:
I vostri commenti
rebaldo, mercoledì 28 dicembre 2016 alle16:40 ha scritto: rispondi »

volere, spesso è potere! per quanto riguarda l'atteggiamento di Trump, sul discorso energetico, sarei molto prudente ed attenderei provvedimenti effettivi, avanti di attribuirgli intenzioni sbagliate. saluti.

Lascia un commento