È una storia dai contorni raccapriccianti, quella che giunge dall’Australia e vede per protagonisti un gruppo di gatti. Il tutto accade in quel di Adelaide, dove una donna ha deciso di rinchiudere in un’abitazione abbandonata 14 gatti, privandoli completamente di acqua e di cibo. E così i felini, stremati dalla fame, si sono visti costretti a sbranarsi a vicenda pur di nutrirsi. Di tutti gli esemplari, solo uno è sopravvissuto.

Il caso risale al settembre del 2015, sebbene la notizia sia stata resa nota solo in questi giorni, per non interferire nelle indagini e nel successivo processo. Stando alle ricostruzioni della RSPCA, una donna avrebbe deciso di rinchiudere ben 14 gatti all’interno di un’abitazione, abbandonandoli senza cibo né acqua per diversi mesi. E così gli animali sono stati costretti ad aggredirsi a vicenda, pur di sopravvivere: quando gli agenti della RSCPA sono giunti sul posto, infatti, hanno rinvenuto davanti ai loro occhi una scena davvero raccapricciante.

=> Scopri i 5 gatti più eroici


Dei 14 gatti, solo uno è stato ritrovato in vita, seppur malconcio e denutrito. Gli altri esemplari sono tutti deceduti e, sui loro corpi, sono stati rinvenuti i segni sia di aggressioni che di morsi. Per tutta l’abitazione, inoltre, sono stati trovati resti in decomposizione dei felini, segno di come gli animali si siano aggrediti l’un l’altro per la sopravvivenza, per poi consumare le carne degli esemplari senza vita.

Trooper, così è stato ribattezzato l’unico animale tratto in salvo, è stato affidato alle cure immediate dei veterinari, quindi consegnato alle attenzioni di un volontario, il quale provvederà al suo benessere. La proprietaria degli animali, già accusata in passato di maltrattamento, è stata prima denunciata e poi condannata per crudeltà nei confronti degli animali: oltre alle relative pene, è stato imposto il divieto inderogabile di custodire altri animali. Alcune testate, riportate in fonte, hanno proposto un video drammatico del ritrovamento: la visione, tuttavia, è sconsigliata ai lettori più sensibili e impressionabili.

23 novembre 2016
Fonte:
BBC
Via:
Immagini:
Lascia un commento