Che sia caduta al vostro nipotino per una risata irresistibile, o per qualsiasi altro motivo, una gomma da masticare è finita appiccicata a uno dei sedili della vostra auto.
Che fare per rimuoverla? Prima cosa da fare è pensare al tipo di materiale di cui sono rivestiti i sedili della vostra auto: alcuni rimedi non vanno bene sui sedili di pelle o viceversa sui sedili di vinile o stoffa.

Metodi adatti a tutti i tipi di sedile

  • Ghiaccio. Far congelare la gomma finché diventa rigida e facilmente staccabile è forse il metodo più facile. Non potendo però infilare l’auto in freezer, ecco come fare: prendete un cubetto di ghiaccio, mettetelo in un sacchetto di plastica a chiusura ermetica, così da non gocciolare né sulla pelle né sulla stoffa, e tenetelo in posa sulla gomma da masticare per 10 o 15 minuti.
    Quando sarà ben fredda, con l’aiuto di una spatola o di uno strumento senza punte né lame, raschiate via la gomma, facendo attenzione a non rovinare il sedile.
  • Nastro adesivo. Funziona proprio come una ceretta. Usando del nastro adesivo forte, come del nastro isolante o ancora meglio del nastro di tipo “americano”, tagliatene un pezzo che copra la gomma da masticare. Attenzione: non fate aderire il nastro adesivo al sedile.
    Tutto quello che dovete fare è strappare. Ripetete il passaggio finché tutti i residui di gomma da masticare saranno stati eliminati.

Per sedili in stoffa e vinile

  • Scaldate dell’aceto bianco, intingetevi un vecchio spazzolino da denti e strofinate sulla gomma da masticare finché non l’avrete rimossa completamente.
    Con un panno umido poi “sciacquate” l’area trattata e con un panno asciutto tamponate e asciugate bene.

Per sedili in pelle

  • Questo metodo potrebbe funzionare anche per gli altri tipi di sedile, ma questi hanno il problema di essere o assorbenti (stoffa) o di rispondere male alle sostanze oleose (vinile).
    Applicate un prodotto a base oleosa come la vaselina, l’olio da cucina, un lubrificante universale in spray, sulla gomma da masticare, lasciate lavorare per qualche minuto, poi con uno spazzolino da denti, una spatola smussata o, in mancanza d’altro, un foglio di carta da cucina, rimuovete il tutto. Ripetete se necessario. Per rimuovere poi i residui oleosi, preparate una soluzione di acqua e detersivo per piatti, con uno strofinaccio pulito inumidito nella soluzione lavate la zona trattata, “risciacquate” con un altro strofinaccio pulito e inumidito solo con acqua e infine asciugate molto bene con un terzo strofinaccio pulito e asciutto.

8 luglio 2014
Lascia un commento