Nelle camere dei ragazzi non mancano porte, armadi e comodini abbelliti con adesivi, sticker e fotografie appese con lo scotch. Quando i pargoli di casa sono però ormai cresciuti, è possibile recuperare i mobili, eliminando elementi grafici e colla in abbondanza?

L’universo dei rimedi naturali, così come dei ritrovati della nonna, porta numerose alternative per staccare gli adesivi dal legno, senza comportare graffi o altri danni allo stesso. Le tecniche si avvolgono soprattutto del calore, per ammorbidire la colla, nonché di qualche olio essenziale per scioglierla una volta rimossa la carta. È necessario, tuttavia, verificare la resistenza dei materiali e dei colori in un angolo nascosto prima di procedere, così da non imbattersi in brutte sorprese.

Calore e spatola

Il primo passo per rimuovere efficacemente ogni sticker è ricorrere al calore, un modo per ammorbidire la colla e facilitarne l’eliminazione. Per farlo, può essere utile utilizzare un normale phon per capelli, mantenendo una temperatura media fra le opzioni di velocità previste. Prima di procedere, tuttavia, è necessario vagliare la resistenza del legno: non tutte le varietà, infatti, tollerano il calore. Fra quelle sconsigliate il mogano, la quercia e alcuni laccati. In caso di dubbi, di conseguenza, è necessario effettuare un test in un angolo nascosto della struttura.

La procedura è molto semplice: si avvicina il getto d’aria calda all’adesivo, mantenendo circa 10 centimetri di distanza e, contemporaneamente, con una spatola in plastica si parte dalle estremità fino a sollevare completamente lo sticker. Una volta che la carta sarà sufficientemente scollata tanto da prenderla con le mani, si potrà posare la spatola e tirare dolcemente, sempre con il phon a portata di mano. Così come già accennato, se l’operazione non dovesse fornire i risultati sperati, o si notasse una reazione non gradita sul legno, bisogna interrompere l’utilizzo dell’elettrodomestico. Per le parti più ostiche da rimuovere, infine, potrebbe tornare utile un panno in microfibra molto morbido, lievemente inumidito di acqua tiepida.

Eucalipto e Tea Tree Oil

Eliminati l’adesivo e il suo livello in carta, saranno certamente rimasti sul legno dei residui di colla, da eliminare in modo dolce e senza l’intervento di spatole o altri strumenti, per evitare inutili graffi.

Un primo metodo utile è quello di ricorrere all’olio di eucalipto, un’essenza dall’elevato potere emolliente, quel tanto che basta per sciogliere e dissolvere i detriti di colla. Basta versarne qualche goccia su un batuffolo di cotone e procedere passandolo delicatamente sulla superficie, verificando sempre prima la resistenza dei materiali su una zona nascosta del mobile.

In alternativa, è possibile ricorrere anche al Tea Tree Oil, un ritrovato molto utilizzato per la pulizia della casa, perché mediamente igienizzante nonché dal gradevole profumo. Inoltre, se distribuito sul legno, può aiutare a tenere lontani acari della polvere e tarli, poiché pare che poco gradiscano il suo singolare profumo. Anche in questo caso, è sufficiente versarne qualche goccia su un batuffolo di cotone per poi passarlo sulla superficie. In alternativa, si può utilizzare anche un panno in microfibra, sempre verificando la resistenza del mobile con un test su un’area nascosta dello stesso.

Superato questo secondo passaggio, si può procedere alla pulizia finale del pannello in legno secondo le proprie abitudini, sia scegliendo il proprio detergente contro la polvere preferito, che optando per un apposito lucidante.

20 settembre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento