Rimedi per piedi e caviglie gonfi con il caldo

La stagione estiva, oltre alla possibilità di godersi le meritate vacanze e di vivere all’aria aperta, porta con sé alcuni fastidiosi problemi dovuti al caldo. Uno dei più frequenti, soprattutto per il genere femminile, è rappresentato dal gonfiore ai piedi e alle caviglie. Un disturbo molto diffuso, su cui giocano molteplici fattori, e che può rappresentare un grande limite a un’estate priva di intoppi. Ma quali sono i rimedi più utili per eliminare, o quantomeno ridurre, il gonfiore?

Prima di cominciare è bene sottolineare come siano moltissimi i fattori che possono causare piedi e caviglie gonfi, degli elementi mai da sottovalutare. Quando compaiono i primi sintomi il primo passo è quello di rivolgersi al medico curante che, se lo riterrà necessario, potrebbe indirizzare il pazienze verso esami più specifici. I consigli di seguito riportati hanno quindi un carattere generico e sono compatibili con una situazione di piena salute, in assenza di altre patologie.

Perché piedi e caviglie si gonfiano?

Piedi in estate

Così come già anticipato, sono moltissimi i fattori che possono contribuire al gonfiore di piedi e caviglie, la maggior parte dei quali di esclusiva competenza del medico. Limitandosi al fattore caldo, l’aumento delle temperature comporta una serie di meccanismi di difesa da parte dell’organismo, nonché un dispendio maggiore di energie, che potrebbero avere come conseguenza questo disturbo.

=> Scopri perché le caviglie si gonfiano dopo la corsa


In particolare, può capitare che all’aumentare della calura la circolazione sanguigna sia meno efficiente. La pressione solitamente diminuisce, aumenta l’eliminazione dei liquidi tramite il sudore come mezzo per raffreddare l’organismo, l’afflusso di sangue alle estremità del corpo può divenire meno efficiente. Quando il sistema circolatorio fatica ad agevolare il ritorno del sangue dagli arti inferiori al cuore, possono verificarsi dei fenomeni di gonfiore, per un accumulo di fluidi nei tessuti. A questa condizione, spiegata brevemente per semplicità espositiva, potrebbero sommarsi alcune cattive abitudini, come l’assenza di un’attività fisica moderata ma costante durante la settimana, il ricorso a calzature poco confortevoli o con alti tacchi, un’insufficiente idratazione, il consumo di alcol o il vizio del fumo, un’alimentazione sregolata e molto altro ancora.

Rimedi naturali

Pediluvio

Accertata l’assenza di altri disturbi o patologie che potrebbero aver determinato il gonfiore, e collegato il disturbo all’aumento delle temperature, sono molti i consigli che possono essere messi in pratica per ridurre i sintomi, ovviamente dopo averne verificato l’utilità con il medico.

=> Scopri le cause e i rimedi per le caviglie gonfie


Un primo gruppo di rimedi è di natura pratica, volta alla riduzione nell’immediato dei sintomi e alla gestione veloce del disturbo. Innanzitutto, è bene mantenere di tanto in tanto le gambe sollevate, ad esempio adagiando un paio di cuscini sotto ai piedi mentre si è collegati a letto, per agevolare il ritorno dei fluidi dall’estremità inferiore del corpo a quella superiore. È quindi ideale bere molto, per ripristinare i sali minerali del corpo e agevolare l’eliminazione delle tossine, nonché praticare regolarmente un’attività fisica moderata, come passeggiate a passo sostenuto. Ancora, è possibile bagnare caviglie e piedi con acqua fredda, sfruttando un getto di 30 secondi o un minuto, seguito da un altro minuto di riposo. Ancora, anche un fresco pediluvio può portare giovamento.

Il secondo gruppo, invece, prevede il ricorso ad alcuni ritrovati di origine naturale. Massaggiare l’area affetta con un gel all’aloe vera può fornire immediato giovamento, considerato come questo rimedio sia decisamente rinfrescante, così come applicare creme a base di menta, centella e mirtillo. Indicati potrebbero essere gli impacchi freschi di camomilla, date le sue capacità drenanti e sgonfianti, ma anche creme a base di calendula per ridurre la sensazione di prurito.

13 agosto 2018
Immagini:
Lascia un commento