La menopausa, prima o poi, tocca tutte le donne. È un periodo della vita estremamente delicato, in cui si è soggette ai disturbi più disparati. Solitamente arriva dopo 40 anni di cicli mestruali, ma non è detto: ci sono dei casi in cui la menopausa arriva molto prima o molto dopo ed è una leggenda metropolitana che il suo comparire sia legato al numero di figli avuti o non avuti.

La menopausa, come tutte le questioni che ineriscono il ciclo mestruale, ha una componente ereditaria più altre componenti che possono modificare l’approccio rispetto alle proprie antenate, di natura ambientale o contingente. I sintomi più comuni riguardano improvvise vampate di calore, che cambiano da donna a donna. Alcune per esempio presentano un aspetto assolutamente normale tranne per le orecchie che irradiano rossore.

Tra i disturbi che invece non cambiano c’è comunque una tendenza alla pinguedine, allo sviluppare peluria dove prima sarebbe inimmaginabile a causa della prevalenza di alcuni ormoni anziché altri, e soprattutto l’osteoporosi, per cui sarebbe sempre consigliabile, dopo una certa età assumere molti cibi che contengano calcio, come il latte, i formaggi, i latticini in genere e cibi che contengano vitamina D per aiutare a fissare il calcio nell’organismo.

Alcune donne risentono anche di insonnia e di sbalzi d’umore e ci può essere anche un cambiamento di tono muscolare e un calo del desiderio sessuale. È un periodi di cambiamenti, per cui è abbastanza normale, però non ci si deve dare per vinte, anche perché oltre ad assunzioni di ormoni, creme e quant’altro, ci sono alcuni rimedi naturali che possono alleviare i disturbi della menopausa.

Consigli contro le vampate

Le vampate di calore possono iniziare a ridosso delle prime variazioni del ciclo mestruale e durare anche alcuni anni. Alcune abitudini e alcuni comportamenti, però possono alleviare il fastidio creato dalle vampate, come un regolare esercizio fisico, lo yoga in particolare, evitare cibi grassi, alcol, cibo e bevande calde, preferendo la soia e il trifoglio rosso. Naturalmente, va diminuito o eliminato il fumo di sigaretta, che potrebbe anche peggiorare l’osteoporosi. Contro la tendenza alla pinguedine, meglio consumare verdure crude, come carote, finocchi, cicorie, come spuntino, soprattutto se si sta cercando di smettere di fumare e si è soggette ad attacchi di fame.

Tono muscolare e secchezza della pelle

Alcuni cibi poi riescono a conservare il tono muscolare, soprattutto quello degli organi sessuali, come i frutti rossi che contengono gli antiossidanti. Inoltre si può usare il gel estratto dall’aloe vera per idratare la pelle che rischia di disidratarsi in questo periodo della vita.

Per migliorare l’umore e combattere l’insonnia

Le tisane calmanti sono ottime per contrastare gli sbalzi d’umore e dormire meglio. Tra le tisane consigliate naturalmente c’è la camomilla, la malva e la melissa, ma anche il biancospino, la passiflora e l’iperico, che consentono di sentirsi meno depresse e più rilassate.

4 ottobre 2013
I vostri commenti
Maria, martedì 26 agosto 2014 alle18:03 ha scritto: rispondi »

Ho 55anni da alcuni mesi sono entrata in menopausa , oltre alle vampate che per fortuna non sono molto frequenti , ho un'improvvisa allergia alimentare e alla penicillina su cibi che abitualmente mangio, con soffocamento e bolle al corpo .Cosa mi succede ?

Daniela, giovedì 1 maggio 2014 alle8:57 ha scritto: rispondi »

Buongiorno , sono entrata in menopausa da quattro mesi e sono veramente spaventata da attacchi di fame e aumento ingenerale dell appetito . Avete consigli da darmi ?? Grazie

orietta , venerdì 8 novembre 2013 alle18:34 ha scritto: rispondi »

HO 54 anni e sono entrata in menopausa. Vedo un rilassamento muscolare sull' addome e vorrei risolvere il problema

moroni aurora, domenica 13 ottobre 2013 alle17:30 ha scritto: rispondi »

Nel periodo della menopausa é possibile che mi cedono le caviglie.?

Lascia un commento