I rimedi naturali non vanno mai in vacanza, rivelandosi un vero toccasana anche nelle calde giornate di sole. Nelle giornate d’estate potrebbero rappresentare un piacevole sollievo nel caso in cui l’eccessiva esposizione ai raggi solari abbia finito con il trasformare la propria abbronzatura in una fastidiosa e dolorosa scottatura.

I consigli principali sono sempre quelli di evitare esposizioni al sole prolungate, specialmente nelle ore comprese tra le 11 e le 16 (le più nocive per la pelle), oltre ad utilizzare protezioni sufficientemente efficaci per il proprio fototipo. Qualora però non si sia riusciti a prevenire il problema delle scottature, ecco alcuni rimedi naturali per alleviare il fastidio.

Il rimedio che certamente occupa il primo posto tra i più consigliati e l’aloe vera. Le sue proprietà leniscono il dolore provocato dalle scottature e contribuirà alla reidratazione della parte lesa. Spezzarne le foglie e riversarne il contenuto gelatinoso in un recipiente a cui andrà unito dell’olio d’oliva, altro assoluto protagonista per quanto riguarda la cura delle pelle. Dopo una doccia rinfrescante, o magari un bagno in acqua leggermente tiepida con due/tre cucchiai di bicarbonato di sodio, spalmare il composto ottenuto sulla pelle e lasciare riposare.

Bicarbonato di sodio utile per bagni che allevino il fastidio causato dalle scottature, così come mezzo bicchiere d’aceto di mele o uno intero di farina d’avena. Questi rimedi andranno certamente bene per la cura del corpo, così come utile sarà spalmare sulla pelle danneggiata il bianco dell’uovo (albume) montato a neve. Quest’ultimo andrà lasciato sulla parte tutta la notte. Si laverà via con una doccia, dopo la quale garantirà una piacevole sensazione di sollievo.

Inoltre alcune delle soluzioni proposte sono altrettanto utili se impiegate sotto la forma di impacchi lenitivi applicati con batuffoli di cotone. Oltre al bicarbonato di sodio e all’aloe vera, utilizzabili in questa seconda modalità sono anche il té verde, il cetriolo, la patata (cruda, sbucciata e ben lavata) e lo yogurt, specialmente se mescolato con miele e delle foglie macerate di sambuco. La patata in particolare risulta utile, tagliata a rondelle, da applicare sul viso in caso di scottature sul volto.

Un’ultima soluzione per un impacco lenitivo arriva dall’unione tra olio d’oliva e camomilla. L’olio dovrà essere riscaldato a bagno maria e successivamente vi si lascerà in infusione i fiori di camomilla per circa 1 ora/1 ora e mezza. Filtrare e far raffreddare l’olio ricavato per applicarlo poi sulla parte interessata. Abbiate cura di conservarlo in un flacone con chiusura ermetica così da poterlo nuovamente utilizzare in caso di necessità. In ultimo il solito, sempre importante, invito a non sottovalutare eventuali allergie o interazioni con i farmaci. In caso di dubbio è sempre opportuno il consulto con il proprio medico di fiducia.

20 luglio 2012
Lascia un commento