Le afte, un doloroso problema che colpisce comunemente individui di varie fasce d’età. Si presentano solitamente su labbra e sulla mucosa delle guance, ma possono colpire anche la lingua. Le cause scatenanti sono spesso associate a periodi di abbassamento delle difese immunitarie, carenze vitaminiche, squilibri intestinali, fattori ormonali o anche come conseguenza di eventi traumatici o interventi odontoiatrici. Anche in questo caso, qualora si voglia evitare il ricorso obbligatorio ai farmaci, si può intervenire impiegando alcuni rimedi naturali.

Le afte impiegano solitamente tra i 10 e i 15 giorni per scomparire naturalmente, ma possono essere aiutate con dei rimedi naturali ad accelerare il processo curativo e riparatorio. Le molte proprietà dell’aloe vera sono d’aiuto anche per contrastare il dolore causato da queste piccole ulcere e proteggere la parete delle guance. Il gel all’interno delle sue foglie deve essere applicato direttamente sulla lesione, come già visto in occasione delle scottature, delle punture di zanzare e dell’acne.

Un altro metodo indicato per il trattamento delle afte con la liquirizia, possibile anche masticandone le caramelle. Il succo di questa radice accelererà i tempi di scomparsa della lesione riducendo la durata del fastidio a soli 3-4 giorni. Utile in questo senso anche il consumo di fermenti lattici vivi, che regolarizzano l’equilibrio intestinale e aiuta a contrastare un eventuale abbassamento delle difese immunitarie.

Importante è anche l’assunzione di vitamina C, presente come ampiamente noto nelle arance e in quantità anche maggiori nell’uva, nel ribes, nei peperoni, nei broccoli, nella rucola e negli spinaci. Per calmare il bruciore e aiutare la riduzione dell’afta si può anche ricorrere alla propoli, ricca anch’essa di questa preziosa vitamina. Ridurrà la durata della lesione anche applicare una punta di sale sulla parte lesa e tenerla per un paio di minuti premuta con la punta del dito anche se, al contrario di quanto detto per la propoli, potrebbe generare un aumento del bruciore.

Un’altra possibilità consiste nello strofinare uno spicchio di aglio fresco sull’afta per alcuni secondi, sfruttandone così le proprietà antivirali. è inoltre possibile unire l’utile al dilettevole ricorrendo al tè nero come rimedio naturale per queste lesioni. Bollire come di norma l’acqua e mettere la bustina in infusione, una volta pronto tenere poggiato il sacchetto sulla parte da trattare per alcuni minuti. Per chi vuole è a quel punto possibile anche gustare la bevanda aggiungendo a piacere miele e limone, le cui proprietà daranno un’ulteriore spinta al processo di guarigione.

Altri rimedi possibili sono la malva, disponibile sia come tisana che usata per effettuare dei gargarismi, l’amamelide, il rabarbaro e la salvia, quest’ultima disponibile in gocce e come la malva in tisana e gargarismi. Invitiamo infine a prestare particolare attenzione ad alcuni dei rimedi consigliati, primo fra tutti la liquirizia, che potrebbe causare spiacevoli effetti indesiderati in persone affette da ipertensione. Contattare in caso di dubbio il proprio medico curante, specialmente in presenza di febbre e malesseri diffusi.

Ultimo, ma non meno efficace come rimedio naturale, è l’utilizzo del tea tree oil (olio di melaleuca) che può essere applicato direttamente sull’afta, utilizzando del cotone idrofilo o un cotton fioc per aumentare la precisione nell’applicazione.

27 agosto 2012
I vostri commenti
Antonio, mercoledì 26 settembre 2012 alle16:13 ha scritto: rispondi »

Salve a me le afte mi vengono quando bevo troppe bibite analcoliche ,succhi di frutta e non bevo molta acqua .Ma Un rimedio c'e che toglie via le afte le fa durare massime 2 o 3 giorni eccolo :mattina dopo colazione e sera prima di dormire ,un minuto di sciacqui con collutorio ,poi un altro minuto sempre di sciacqui con solo 5 gocce di tea tree non ingerire poiché può essere dannoso per la salute, cioè queste soluzioni prima una e poi l'altra vanno portate a cavo orale tenerle per un minuto diluite con pochissima acqua sempre in bocca, e dopo vedete risultati a parte la bocca che emana un odore di diluente le afte si ristringono in pochissimi giorni e quando stanno per tornare basta un solo sciacquo alla sera e già dal primo lavaggio va via il bruciore,e un altra cosa la lingua non va messa sopra alle afte e ne vanno toccate,se no crescono di più e ritarda la guarigione,ok provate questo consiglio e vedete i risultati efficaci ciao a tutti  

Lascia un commento