La pancia gonfia è un fastidio che affligge molte persone. In molti casi è possibile risolvere semplicemente ricorrendo ad alcuni rimedi naturali e modificando il proprio stile di vita, soprattutto a tavola. Sarà a ogni modo possibile ridurre, quando non azzerare, il ricorso ai farmaci per tenere il problema sotto controllo.

I rimedi naturali nei casi di pancia gonfia possono rappresentare un valido sostegno soprattutto in quei casi in cui l’origine del disturbo sia chiaramente legato all’alimentazione, a periodi di stress o crisi d’ansia. Una soluzione quella naturale valida anche in relazione a problemi tipicamente femminili correlati alle fasi del ciclo mestruale.

Spesso, anche inconsapevolmente, questo fastidio è riconducibile a intolleranze di più o meno grave rilievo verso particolari cibi. Si consiglia quindi in caso di pancia gonfia troppo frequente di procedere con le opportune analisi. Si potrà in questo modo intervenire, anche con gli stessi rimedi naturali, in maniera più efficace. Particolare attenzione a eventuali problemi con il lattosio, segnalato tra le maggiori cause di gonfiore nei soggetti sensibili.

Rimedi naturali per ridurre il gonfiore

Tra i rimedi naturali più efficaci per regolarizzare il ciclo digestivo è senza dubbio incluso il finocchio. Sotto forma di tisana o decotto è indicato per la riduzione del gonfiore e la regolarizzazione intestinale. Contribuirà in particolare a ridurre l’aerofagia e migliorerà l’azione digestiva. In questa direzione va anche il sostegno fornito dai fermenti lattici vivi. La loro attività prolungata nel tratto intestinale contribuisce a regolarizzarne i ritmi e favorirne le funzionalità grazie al ripristino della naturale flora batterica.

Chiodi di garofano

Importante l’azione svolta anche dai chiodi di garofano, un aiuto che non si esaurisce ai casi di mal di denti, tosse, alitosi e raffreddore. Sembra contribuisca con la sua azione al rilassamento delle pareti digestive alleviando gonfiore e spasmi. Presente in olio essenziale e tè, risulta di più agevole reperimento sotto forma di chiodini. Se ne potranno usare fino a un massimo di tre per integrare degli infusi caldi.

Queste benefiche bevande potranno essere preparate utilizzando piante che contribuiscono a sgonfiare la pancia come il cumino, l’anice e il coriandolo, acquistabili in erboristeria sotto forma di semi o anche di infusi già pronti. Tisane e decotti rappresentano i possibili utilizzi anche per valeriana, melissa, camomilla e biancospino, già visti anche nella cura dei sintomi legati all’ansia. Garantiranno il rilassamento dei muscoli intestinali riducendo il dolore causato da spasmi e gonfiore.

Alimentazione e vita quotidiana, cosa fare e cosa evitare

Il fattore alimentazione si rivela spesso molto importante nel trattamento a lungo termine di fastidi come la pancia gonfia. Mangiare sano è fondamentale e alcuni alimenti possono fornire più di altri, specialmente se ad alto contenuto di fibre, il giusto sostegno all’apparato digestivo. In ogni caso è bene evitare di esagerare durante i pasti e masticare lentamente e in maniera completa ogni boccone.

Tisana in infusione

La cottura di certi alimenti può essere un altro fattore da tenere sotto la dovuta considerazione. Se si è abitualmente soggetti a situazioni di pancia gonfia è bene curare con particolare attenzione questo aspetto soprattutto per quanto riguarda le verdure crude. Se non adeguatamente cucinate possono fermentare nell’intestino generando gas e quindi gonfiore.

Considerato infine il fatto che problematiche come lo stress e l’ansia possono sfociare in disturbi dell’apparato digerente è bene tenerle sotto controllo e quando necessario ricorrere a pratiche di rilassamento come lo yoga e la meditazione. Una vita attiva che preveda regolare esercizio fisico è in generale un buon modo per ridurre al minimo ogni possibile rischio legato alla salute.

Raccomandiamo come al solito particolare attenzione a eventuali possibili interazioni con i farmaci eventualmente assunti e più che in altri casi alle possibili intolleranze alimentari, data la possibile natura di cause scatenanti che queste ultime possono assumere.

26 novembre 2012
I vostri commenti
Danak, mercoledì 2 aprile 2014 alle21:09 ha scritto: rispondi »

E' la prima volta che entro nel Vostro sito, è veramente utile. Visto che ho grossi problemi di gonfiore intestinali e una forte stipsi e visto che prendo dei farmaci, sto prendendo spunti dai consigli e i rimedi naturali. Complimenti.

luigi, giovedì 6 febbraio 2014 alle19:37 ha scritto: rispondi »

E' la prima volta che entro nel vostro sito e lo trovo molto interessante

emilia, sabato 31 agosto 2013 alle14:36 ha scritto: rispondi »

Molto utile sopratutto,perche ho il problema di gastrite cronica ed m'interessa ogni cosa,che si riferisce al mio problema,grazie!

Lascia un commento