Rimedi naturali contro il caldo notturno

Il caldo notturno è un problema che contribuisce purtroppo a rendere meno piacevoli le nottate estive. Chi vuole addormentarsi può trovarsi costretto dal troppo calore a un’indesiderata veglia. Grazie ad alcuni rimedi naturali sarà possibile però alleviare il disagio e ritrovare la sensazione di una piacevole notte d’estate.

=> Leggi il decalogo salvavita di Coldiretti contro il caldo

I rimedi naturali contro il caldo notturno possono essere di vario tipo, sia alimentari che legati a pratiche semplici, ma efficaci. In altri casi è più altro opportuno evitare determinati comportamenti a rischio, come ad esempio il consumo di alcolici o di pasti serali particolarmente difficili da digerire.

Rimedi naturali

L’alimentazione è quindi senz’altro il primo e più importante rimedio naturale da prendere in considerazione contro il caldo notturno. A cominciare proprio dal pasto serale, che deve essere quanto più leggero possibile, privo di bevande alcoliche e collocato almeno due ore prima di mettersi a letto.

Più in generale l’alimentazione estiva prevede un ampio ricorso a frutta e verdura, cercando quanto più possibile di variare i colori: questo assicurerà un più vario apporto di vitamine e sali minerali, essenziali quando si vuole contrastare il caldo notturno. Come detto per la cena, anche per il pranzo sarà opportuno un pasto leggero e se possibile privo di bevande alcoliche.

Ottime soluzioni a tavola possono essere delle insalate con pomodori, olive e olio d’oliva oppure una macedonia di frutta al termine di un pasto leggero. Evitare quanto più possibile il consumo di cibi fritti, speziati o particolarmente grassi.

=> Leggi cosa fare per aiutare gli animali quando fa caldo

La bevanda per eccellenza in caso di caldo è l’acqua, che non dovrà mai mancare nelle serate estive. Assicurarsi di berne almeno due litri durante la giornata aiuterà a tollerare meglio le alte temperature anche di notte.

Restando sul rimedio naturale “acqua” ecco che tra i rimedi naturali contro il caldo notturno trova spazio anche una doccia fresca. Avrà il duplice effetto di alleviare la sensazione di calore percepita e di rimuovere l’eventuale sudore presente sulla pelle: quest’ultimo vantaggio aiuterà la stessa epidermide a “respirare” meglio e consentirà all’organismo di svolgere un più efficiente meccanismo di termoregolazione.

Consigli utili

Nella scelta tra condizionatore d’aria e ventilatore il consiglio è di preferire il secondo per rendere meno oppressivo il caldo notturno. Sebbene alcuni modelli possano risultare più rumorosi, soprattutto quelli un po’ più “datati”, questo apparecchio consente di smuovere l’aria alleviando il fastidio causato dal poco gradevole connubio tra alte temperature umidità.

Chi volesse dormire e utilizza un cuscino è bene inizi a valutare la possibilità di prenderne uno da utilizzare proprio nelle notti in cui fa particolarmente caldo. Il segreto sarà prendere un cuscino più piccolo e se gradito più duro: un cuscino troppo morbido e ampio rischierà di “avvolgere” il capo limitando la circolazione dell’aria intorno alla testa.

Sempre per quanto riguarda la zona letto è bene prendere in considerazione la possibilità di tenere le lenzuola, all’interno di una busta sigillata per evitare contaminazioni con gli alimenti, nel frigorifero. Insieme a una corretta aerazione degli ambienti si rivelerà una tecnica insolita, ma piuttosto efficace per alleviare il caldo notturno.

Da non dimenticare infine che sia le lenzuola che gli indumenti indossati nei periodi di maggiore caldo dovrebbero essere, anche quelli indossati durante le notti estive, realizzati con materiali naturali come il cotone e se possibile non trattati con agenti chimici nocivi per l’equilibrio dell’epidermide.

10 agosto 2017
Immagini:
Lascia un commento