Calli e duroni spesso infastidiscono la pianta e la superficie del piede, rendendo alcune zone più dure e ruvide, causando così dolori e la possibilità di camminare in maniera non corretta.

I rimedi naturali possono essere di grande aiuto in questi casi essendo capaci di alleviare il disagio; l’ideale sarebbe partire dal cambio di calzatura perché scarpe troppo strette, o non adatte alla conformazione del nostro piede, sono la ragione principale della formazione di calli e duroni.

Pediluvio al bicarbonato di sodio e sale grosso

calli

Il primo suggerimento per ridare energia e allo stesso tempo relax alla pianta del piede, è l’utilizzo di bicarbonato di sodio versato in una bacinella di acqua tiepida per dar vita ad un pediluvio. Per un buon risultato, la durata del trattamento è di 10 minuti circa e sarebbe meglio effettuarlo tutte le sere prima di andare a letto, dopo una giornata di duro lavoro. In aggiunta, si consiglia anche un cucchiaio di sale grosso, in grado di combattere la presenza di eventuali verruche.

Trattamento al bicarbonato di sodio

Nel primo caso consigliavamo il pediluvio, nel secondo invece proponiamo di prendere una ciotola nella quale andranno versati 4 cucchiaini di bicarbonato, assieme a 2 gocce di tea tree oil e un cucchiaio di acqua. In questo modo verrà preparato un simil-scrub ideale per alleviare il problema di calli e duroni. Il composto dovrà essere strofinato sulle zona problematica, per poi essere risciacquato con acqua tiepida.

Impacco all’olio d’oliva e miele

calli

L’olio d’oliva è noto come potete agente nutritivo, perfetto anche per essere usato nella realizzazione di un impacco per la pianta del piede e la stessa cosa vale per il miele. Per una maschera idratante, sarà necessario unire in una ciotola tre cucchiai di olio e due di miele. Mescolare bene gli ingredienti ed applicarli sulle zone stressate nelle quali sono presenti i calli e i duroni, attendere 10 minuti e poi risciacquare.

Pietra pomice

In campo cosmetico viene impiegata spesso la pietra pomice che, grazie alla sua elevata porosità e leggerezza, è in grado di eliminare le parti più spesse e più dure che si sono formate su dita, tallone o pianta del piede. Basta strofinarla come una “grattugia” per parecchi minuti dopo aver effettuato il classico pediluvio, per eliminare le callosità.

Pediluvio alla camomilla e tea tree oil

Anziché dedicarsi al comune e classico pediluvio, è possibile provare a creare un bagno alla camomilla. Basta far bollire un infuso di due bustine e versarlo in una bacinella con altra acqua tiepida. Questo servirà a regalare una percezione di leggerezza e rilassamento ai piedi, favorendo la circolazione. Al trattamento, aggiungere anche tre gocce di tea tree oil, che agirà da antibatterico prevenendo la formazione di probabili funghi, oltre che a donare una senso di freschezza.

11 agosto 2014
I vostri commenti
Cristina Lioci, venerdì 22 agosto 2014 alle16:00 ha scritto: rispondi »

Ciao Rita, ti consiglio di tenere sempre la zona interessata sempre pulita, lavando spesso con un sapone antibatterico. Puoi provare a curare l'infezione con l'aloe vera tenendo coperto l'occhio di pernice con un foglio di pellicola trasparente.

rita66, venerdì 15 agosto 2014 alle15:34 ha scritto: rispondi »

ciao! oltre ai calli nei piedi ho anche un occhio di pernice tra due dita ; mi sapete consigliare un rimedio ?grazieeee!

Lascia un commento