Accudire un cane è sempre una gioia, sebbene non si tratti di un compito da prendere alla leggera. Così come gli umani, anche i cani possono occasionalmente soffrire di un disturbo minore, come ad esempio una cattiva digestione, a cui il padrone deve provvedere con la massima prontezza. Fortunatamente, però, la gran parte dei disturbi può essere risolta con le risorse già presenti in casa.

I rimedi della nonna si rivelano spesso efficaci per gli umani, perché quindi non dovrebbero funzionare anche con Fido? Un’erba o una tisana digestiva diventano allora dei piccoli tesori della credenza, da utilizzare in qualsiasi occasione. Premurandosi prima, però, di non far ricorso a vegetali o altre sostanza che potrebbero essere addirittura dannose per l’animale. Di seguito, una lista di validi consigli per la cura del cane:

    • Vitamina E: la vitamina E è fondamentale per la salute sia dell’uomo che dell’animale, soprattutto in termini di vitalità dei tessuti. Ed è proprio per questo motivo che le creme antirughe ne sono ricolme. In natura la si trova in abbondanza nel germe di grano, che può essere mescolato in piccole quantità alla normale pappa del cane;
    • Diarrea e vomito: così come accade per gli umani, in caso di problemi intestinali è indicato recuperare l’acqua e i sali minerali perduti. Qualora il cane provenisse da una brutta influenza intestinale, i medici di PetMD consigliano come soluzione tampone la somministrazione di una bevanda sportiva rimineralizzante, purché priva di caffeina e anidride carbonica. Si consiglia, tuttavia, di consultare il veterinario prima dell’operazione;
    • Intestino lento: Fido ha problemi di regolarità? Lo yogurt potrebbe fare al caso vostro. Non servono yogurt alla frutta e nemmeno i famosi prodotti anti stitichezza spesso mostrati in TV, bastano due cucchiai di yogurt magro mescolati alla normale pappa. Verificare prima, però, che il cane non sia intollerante ai latticini;
  • Ansia e lievi infezioni: un rimedio presente in tutte le case è quello della camomilla. Utilizzata a livello topico, ad esempio per pulire il manto o piccole ferite, ha un’azione disinfettante. Per via orale, invece, può aiutare a rilassare un cucciolo fin troppo agitato;
  • Prurito: i cani che si grattano di continuo, e non solo per la presenza di pulci e zecche, potranno trovare un po’ di sollievo dalla farina d’avena. La si può scogliere in acqua per un bagno con Fido o, qualora l’animale non amasse l’acqua, la si può tamponare su manto e pelle con un panno imbevuto;
  • Pulci: un’infestazione improvvisa dalle pulci potrebbe essere difficile da trattare, soprattutto se scovata di sera a negozi chiusi. Un rimedio di prima urgenza, forse non completamente sostitutivo dei prodotti commerciali ma comunque efficace, è il limone. Le pulci sono naturalmente allontanate dall’acido citrico, quindi via libera a frizioni o bagni con un po’ di succo di limone disciolto in acqua.

27 settembre 2012
Lascia un commento