Il cattivo smaltimento dei rifiuti costa alle famiglie romane tra i 90 e 100 euro ogni anno. Questo quanto reso noto dalle indagini di Athensys, società di consulenza strategica impegnata anche nei settori energia e ambiente, che afferma come il mancato ricorso alla raccolta differenziata nella Capitale costi negli ultimi dieci anni 850 milioni ai romani (circa 92 euro a nucleo famigliare).

Dura la critica di Legambiente all’amministrazione capitolina, rea di aver sostanzialmente affossato il progetto di raccolta differenziata a Roma e di penalizzarne lo sviluppo nelle piccole realtà locali. Secondo Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio:

Se non parte in tutta Roma il porta a porta, trattare e biostabilizzare 4 mila tonnellate di rifiuti è impossibile, altro che erba secca, il Comune facesse partire subito la differenziata che è di nuovo scomparsa dall’agenda, piuttosto che scaricare le proprie responsabilità sul Ministro Clini, accanirsi sul toto discarica e continuare a mandare rifiuti indifferenziati in discarica.

Alemanno ha comunque voluto rinviare al 2016 l’obiettivo di legge del 65% per la differenziata, mentre 1.290 piccoli e grandi Comuni italiani quel risultato lo hanno già raggiunto con un anno di anticipo, e ora se la prende comoda bloccando l’avvio del porta a porta, non facendo partire l’ampliamento dell’impianto di compost di Maccarese, tenendo fermo un giorno sì e l’altro pure l’impianto di selezione del multi-materiale a Rocca Cencia, danneggiando la raccolta della carta con frequenze troppo ridotte per lo svuotamento dei cassonetti bianchi.

Lo stesso ministro dell’Ambiente Corrado Clini è tornato in questi giorni sulla questione rifiuti di Roma, spiegando come al momento poco o nulla sia stato concretamente fatto per evitare le sanzioni UE:

La Commissione europea ci ha chiesto una risposta entro il 31 luglio 2012. Noi stiamo lavorando su questo, ma gli strumenti che abbiamo a disposizione oggi non ci permettono di dare una risposta. A oggi non c’è soluzione che risolva la procedura di infrazione in corso.

| ASCA

4 luglio 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento