Mentre vegetariani e vegani si fanno largo con successo sia nel mondo dello spettacolo che fra le persone comuni, da qualche tempo la scienza analizza l’opportunità di un tal tipo di scelta alimentare. Una dieta che rischia sempre più di non essere decisa per consapevolezza personale su animali e ambiente, piuttosto per rincorrere le mode del momento. Fortunatamente però, qualsiasi siano le motivazioni a spingere i consumatori, un nuovo studio svela come la privazione di carne faccia bene all’organismo.

Si è già detto qualche settimana fa come il genere umano, qualora voglia sopravvivere allo sfruttamento intensivo del Pianeta, dovrà convertirsi ai vegetali entro il 2050. Di qualche giorno fa, invece, sono gli esiti di una ricerca condotta dall’Università di Cambridge, dove si dimostra come la riduzione del consumo di carne porti all’abbattimento di alcune patologie croniche.

I risultati sono davvero sorprendenti, soprattutto perché non serve un’eliminazione totale della carne per verificarne i benefici sulla salute, ma bastano pochi accorgimenti affinché tutti ne possano approfittare. Ad esempio, sul comparto maschile si è scoperto come basti passare da bistecche di 91 grammi a tagli da 53, ovvero le porzioni più piccole disponibili in commercio, per ridurre del 12% il numero di casi di cancro all’intestino. Un 12% in meno che si riflette anche sui casi di diabete di tipo 2 negli uomini adulti, a cui si aggiunge un 10% in meno di patologie a carico di cuore e delle coronarie.

Su quello femminile, invece, i dati non sono così sorprendenti, ma comunque invitanti per uno stile alimentare più sano. I casi di cancro all’intestino si sono abbassati del 7,5% mentre le malattie a carico del cuore del 6%. Doveroso sottolineare, tuttavia, come si tratti di patologie che colpiscono più di frequente gli uomini che le donne, quindi naturale è che le riduzioni siano più esigue proprio nel genere femminile.

La ricerca, pubblicata su BMJ Open e fondata sulle serie storiche del National Diet and Nutrition Survey of British Adults, dimostra quindi come ridurre il ricorso alla carne sia un toccasana alla salute. Un’obiettivo che non richiede troppo sforzo a chi a una bistecca non sa proprio rinunciare, visto come non sia necessario eliminare tout court questi alimenti dalla propria dieta.

, VegNews

16 settembre 2012
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento