La società Meet Energy, operante nel settore dell’energia solare, ha presentato un ricorso al Tar del Lazio contro il Quarto conto energia, accusando il provvedimento di avere introdotto “un ulteriore e irragionevole adempimento a carico dei soggetti imprenditoriali, costituito dall’iscrizione al registro Gse, peraltro da effettuarsi entro finestre temporali rigide che di fatto vanificano il regime di sostegno, soprattutto ai progetti già avviati e autorizzati, o prossimi all’autorizzazione”.

Ci troviamo di fronte – ha commentato Gianfranco Passalacqua, docente di diritto ambientale e legale di Meet Energy – a una normativa, assunta peraltro dal potere esecutivo in attuazione di Direttiva comunitaria, che contrasta stridentemente con i principi capisaldi di un compiuto Stato di diritto, come quelli di affidamento, di ragionevolezza, di libertà d’iniziativa economica e di imparzialità e buon andamento della pubblica amministrazione, così come elaborati e sistematizzati dalla giurisprudenza amministrativa, costituzionale e comunitaria.

Il ricorso è stato notificato al ministero dello Sviluppo Economico e a quello dell’Ambiente, e giunge dopo le feroci proteste seguite all’approvazione del Quarto conto energia e del Decreto Romani, che nella scorsa primavera hanno riformato il regime di incentivi per gli impianti a energia rinnovabile.

Anche il decreto Romani, tra l’altro, è al centro del ricorso presentato dalla Meet Energy, che accusa il provvedimento di incostituzionalità, per violazione degli articoli 2, 3, 41 e 97 della Costituzione, nonché di conflitto con la normativa comunitaria di settore. Il ricorso a carattere di urgenza, per cui il Tribunale amministrativo laziale dovrà pronunciarsi entro 30 giorni.

18 luglio 2011
I vostri commenti
Estephan, martedì 9 agosto 2011 alle18:06 ha scritto: rispondi »

CHE FINE FARA' IL RICORSO AL TAR DELLA "MEET ENERGY SRL" LA CUI SEDUTA E' PREVISTA IN AGOSTO 2011?   AVRANNO INTENZIONE DI EFFETTUARE UN RINVIO ?   SARA' UN AUTUNNO CALDO?!      

Blasius, domenica 7 agosto 2011 alle11:32 ha scritto: rispondi »

Sono un analista. Noto probabili errori anche nell'ultimo elenco riveduto e corretto del 29.07.2011 da parte del GSE, a prescindere dalla bontà dei contenuti dei documenti presentati dai proponenti. Invito a verificare i dati riportati in colonna -costo annuo- DELLA GRADUATORIA (Elenco A) Se richiesti, ho pronti tutti i dati comparati e rivisti.   In merito, attendo di buon grado un confronto per smentite o conferme della mia analisi.   Nutro perplessità, a potenziale/probabile discapito della finanza pubblica.  Sono un analista.Noto probabili errori anche nell'ultimo elenco riveduto e corretto del 29.07.2011 da parte del GSE, a prescindere dalla bontà dei contenuti dei documenti presentati dai proponenti.Invito a verificare i dati riportati in colonna -costo annuo- DELLA GRADUATORIA (Elenco A)Se richiesti, ho pronti tutti i dati comparati e rivisti. In merito, attendo di buon grado un confronto per smentite o conferme della mia analisi. Nutro perplessità, a potenziale/probabile discapito della finanza pubblica.  Sono un analista. Noto probabili errori anche nell'ultimo elenco riveduto e corretto del 29.07.2011 da parte del GSE, a prescindere dalla bontà dei contenuti dei documenti presentati dai proponenti. Invito a verificare i dati riportati in colonna -costo annuo- DELLA GRADUATORIA (Elenco A) Se richiesti, ho pronti tutti i dati comparati e rivisti.   In merito, attendo di buon grado un confronto per smentite o conferme della mia analisi.   Nutro perplessità, a potenziale/probabile discapito della finanza pubblica.      

Lascia un commento