Ricopre le ferite del gatto di miele: condannata proprietaria

È una storia davvero singolare quella che ha coinvolto un gatto inglese, purtroppo deceduto a seguito di una grave malattia. La proprietaria dell’animale, dopo aver notato l’apparizione di profonde ulcerazioni sulle zampe posteriori del felino, ha infatti pensato di trattarle ricorrendo al miele di Manuka, noto nell’ambito delle cure naturali per la sua attività antibatterica. A seguito di una causa legale, la donna è stata condannata al pagamento di una multa di oltre 600 sterline, nonché al divieto di accudire animali per un anno.

Il tutto è accaduto qualche tempo fa, quando la proprietaria di Blacky, una donna donna inglese di 58 anni, ha deciso di trattare le ferite apparse sulle zampe dell’animale ricoprendole di miele, dopo aver appreso come la varietà Manuka possa manifestare un effetto antibatterico. Tuttavia il gatto pare non presentasse semplici graffi o piccoli tagli, dove il ricorso a questo ritrovato sembra in grado di offrire un certa efficacia, bensì ulcere profonde, tali da raggiungere i tendini. Al peggioramento dei sintomi, il quadrupede è stato condotto presso un centro veterinario: scoperta un forma aggressiva di tumore, all’animale sono state amputate le zampe inferiori, una misura tuttavia tardiva e non sufficiente a evitarne il decesso dopo qualche mese.

=> Scopri il gatto accusato di tentato omicidio


La proprietaria è quindi stata portava davanti alle corti inglesi a seguito dell’esposto della RSPCA. I giudici del tribunale di Wellingboroug, a seguito dell’analisi del caso, hanno deciso di multare la cinquantottenne con oltre 600 sterline di multa, vietandole di accudire altri animali per un anno.

=> Scopri il gatto in grado di scovare gravidanze


I rappresentanti della RSPCA hanno quindi spiegato, in una nota riportata dal Telegraph, come sia sempre necessario richiedere il parere del veterinario, non solo per ferite molto profonde, ma anche per piccoli graffi che potrebbero tuttavia celare condizioni ben più gravi.

Consigliamo sempre alle persone di cercare aiuto veterinario per qualsiasi problematica relativa alla salute dei loro animali domestici. Il miele è usato da alcune persone per il trattamento di piccole ferite, ma dovrebbe essere scelto solo come trattamento complementare, non in sostituzione dell’esperienza e dell’intervento del veterinario. Nel caso di Blacky, il gatto è stato rinvenuto dai nostri ispettori con grandi ferite cancerose, tanto profonde da raggiungere i tendini delle zampe.

20 novembre 2017
Fonte:
Lascia un commento