Tutte le donne posseggono moltissima bigiotteria e spesso non si sa dove metterla. Il riciclo creativo permette, come sempre, di salvare capra e cavoli: si può rimpiazzare qualcosa che si ha in casa, magari per accumulo compulsivo, con qualcosa che serve ed è utile. È questo il caso. La bigiotteria spesso viene venduta non in pratiche scatoline, come invece accade per i gioielli, ma semplicemente in bustine e non la si può mettere in scatole o portagioie, o si finisce con gli orecchini spaiati e le collane aggrovigliate tra loro. Tutti però in casa posseggono piccoli quadri che non sono mai andati a genio, e magari dei tappi di sughero, di spumante o champagne stappati durante le molte ricorrenze della propria vita.

In questo modo, il riciclo creativo ci permette di realizzare una sorta di rastrelliera per tenere ordinata la bigiotteria. Certo, non proprio una rastrelliera, perché questi oggetti servono a ben altri usi, come per tenere insieme vino, armi, o anche stecche da biliardo, ma il nome rende l’idea dell’utilizzo: tenere i propri bijou schierati e pronti all’uso. Non ci vogliono particolari capacità per costruirla: l’idea del progetto è così semplice che perfino un bambino sarebbe in grado di eseguirlo. Ecco come si fa.

1280px-Corks20

Materiali occorrenti

  • Una vecchia cornice completa
  • Tappi di sughero
  • Colla vinilica
  • Un coltello
  • Delle puntine colorate da disegno

Procedimento

  • Smontare la cornice scelta in modo da togliere il vetro, se ne è provvista, e rimontarla, come si dovesse utilizzare nuovamente ma senza il vetro.
  • Attaccare con la colla vinilica i tappi di sughero al fondo della cornice, solitamente fatto di compensato o altri materiali simili. Badare ad aiutarsi con il coltello per cercare di incastrarli tutti nel rettangolo che la cornice descrive. I tappi di sughero sono infatti tutti differenti e quindi non è detto che combacino perfettamente gli uni agli altri.
  • Completare la propria creazione aggiungendo, secondo le posizioni desiderate e maggiormente funzionali, le puntine da disegno: è lì che andrà appesa, opportunamente divisa e ordinata, la bigiotteria.
  • Decidere di realizzarne anche più d’una di queste rastrelliere, magari una per gli orecchini, una per le collane, una per i braccialetti e così via. In questo modo non si impazzirà più per appaiare gli orecchini o perdere tempo per sbrogliare le collane.

25 aprile 2014
I vostri commenti
laura, venerdì 12 settembre 2014 alle17:49 ha scritto: rispondi »

spiegazione poco chiara. fate vedere almeno la foto

daniela, venerdì 6 giugno 2014 alle15:16 ha scritto: rispondi »

non si capisce dove si appendono i gioielli, sui tappi o sulle puntine

Valeria, venerdì 25 aprile 2014 alle18:00 ha scritto: rispondi »

Spiegazione poco chiara e non corredata di immagini.

Lascia un commento